15
Nov
2015
0

… e così, tra una “Missione di pace” e l’altra la Sicilia è oggi un obiettivo militare

Gli atti terroristici di Parigi non sono lontani dalla Sicilia. Che ci piaccia o no, in questa guerra la nostra Isola c’è dentro fino al collo. Tra Muos di Niscemi, Sigonella e aeroporto di Birgi (e altre armi nascoste chissà dove) siamo diventati un obiettivo militare. Quello che nei primi anni ’80 temeva Pio La Torre si è verificato. Con l’avallo del PD italiano e siciliano Leggi tutto

12
Nov
2015
0

Muos di Niscemi, il pacifista Turi Vaccaro sulla parabola /Il video

Non è la prima volta. E, conoscendolo, non sarà neanche l’ultima. Turi Vaccaro, noto pacifista, ieri ha di nuovo valicato la recinzione della base USA  in provincia di Caltanissetta e si è arrampicato su una delle parabole del Muos  (Mobile user objective system) il nuovo impianto di telecomunicazione satellitare che la Marina americana ha costruito tra le proteste dei territori

Leggi tutto

12
Nov
2015
0

Dopo governo e Ars anche la Corte dei Conti per la Sicilia allineata & coperta con Roma

Ieri audizione dei vertici della Corte dei Conti per la Sicilia presso la Commissione Bilancio dell’Ars. Ci si sarebbe aspettati una relazione scoppiettante, alla luce degli scippi operati da Roma ai danni delle ‘casse’ regionali. Invece dai giudici contabili è arrivato solo una ‘lezione’ sul decreto 118 del 2011. Insomma: nessuno difende l’Autonomia dal governo Renzi che vuole sbaraccare gli articolo 36,37 e 38 dello Statuto

Leggi tutto

11
Nov
2015
0

Roma ordina e Crocetta e il PD obbediscono: addio legge sui consorzi di Comuni

Il pero fa le pere. Tradotto: da una classe politica a maggioranza di ‘ascari’ non può che sortire un governo di ‘ascari’. Crocetta e il PD, in quanto ‘ascari’ e Roma-dipendenti, non potevano che perdere la dignità politica, abbandonando una legge che avrebbero dovuto difendere. Ma se uno gli attributi non li ha non se li può dare…

 

Per una volta, anche se ce ne sarebbe motivo, mi astengo dal fare qualche considerazione sulla corsa miserevole  all’accaparramento  dei posti negli uffici di gabinetto e nelle segreterie tecniche dei assessori. Uffici che, per legge, dovrebbero essere di collaborazione diretta all’azione degli assessori e che invece sono diventati greppie e mangiatoie di uomini e donne senza altra qualità che  una svisceratezza servile incondizionata. Punto.

Leggi tutto

10
Nov
2015
1

Piove, Statuto siciliano ladro!

Il Governo nazionale ruba i soldi alla Regione. E i commentatori, per giustificare l’operato romano, attaccano l’Autonomia siciliana falsificando la realtà. Operazione che è riuscita benissimo a Franco Di Mare che, dai microfoni del servizio pubblico Rai, ha scaricato sullo Statuto responsabilità che sono di altri sulla crisi idrica di Messina e sulla chiusura dell’autostrada Palermo-Catania Leggi tutto