Frutta secca: perché in Sicilia e al Sud ci debbono fare mangiare quella che arriva da mezzo mondo?

Frutta secca: perché in Sicilia e al Sud ci debbono fare mangiare quella che arriva da mezzo mondo?
8 agosto 2019

Tutto questo avviene grazie alla Grande distribuzione organizzata, che negli scaffali propina, in maggioranza, frutta secca prodotta chissà dove e lavorata chissà come. Penalizzando la frutta secca del Sud. Attenzione alla produzione e alla lavorazione: come potete leggere in un articolo di un giornale molto autorevole che abbiamo allegato, oggi cresce la preoccupazione legata al rischio di contaminazione da micotossine: e non è una cosa da poco! 

Qualche giorno fa abbiamo provato ad acquistare in un centro commerciale di Palermo lenticchie siciliane (lenticchie di Villalba, lenticchie di Ustica, lenticchia nera di Leonforte) o, magari, lenticchie di Altamura. Niente di niente: su dieci pacchi di lenticche otto erano canadesi! Di lenticchie siciliane, o meridionali, nemmeno l’ombra.

Sia chiaro: lo sappiamo che, recandoci nei negozi artigianali specializzati troviamo le lenticchie siciliane e pure quelle di Altamura. la questione è un’altra: oggi la stragrande maggioranza dei consumatori – soprattutto nei grandi e medi centri – fa la spesa nei centri commerciali.

Ciò significa che, in maggioranza, chi acquisterà e lenticchie, acquisterà lenticchie canadesi!

Ieri abbiamo cambiato prodotto: siamo andati in un centro commerciale per acquistare frutta secca: possibilmente siciliana. E’ una prova che abbiamo fatto già due anni fa. 

Cosa abbiamo trovato? Ecco a voi l’elenco.

Noci e Mandorle provenienti dalla California

Semi di zucca essiccati e Arachidi provenienti dall’Argentina

Ceci e Fichi secchi provenienti dalla Turchia

Semi di zucca salati provenienti dall’Ucraina

Pistacchi provenienti dall’Iran

Mandorle sgusciate provenienti dal Cile

Per le Nocciole non abbiamo trovato l’indicazione di provenienza, ma da quello che sappiamo già da qualche anno le nocciole siciliane dei Nebrodi se le mangiano i ghiri. Dubitiamo che siano siciliane (non scendiamo nei particolari perché nei mesi scorsi ci sono state polemiche tra l’Italia e la Turchia proprio sulle nocciole turche).

Di siciliano abbiamo trovato soltanto le Castagne secche!

Due riflessioni.

Prima riflessione. Per la frutta secca vale quello che abbiamo sottolineato per le lenticchie: a Palermo, come a Catania, come a Messina, come in qualunque altro centro grande, medio o piccolo della Sicilia (discorso che va esteso a tutto il Sud), se ci impegniamo, un negozio artigianale dove trovare la frutta secca locale lo troviamo.

Ma la maggior parte delle persone si reca in un centro commerciale, anche per la frutta secca, acquista spesso quella che gli viene prima a tiro.

Che significa questo? Che grazie alla Grande distribuzione organizzata – cioè ai centri commerciali – fanno mangiare alla maggioranza dei cittadini siciliani (ma il discorso, lo ribadiamo, va esteso a tutto il Sud Italia) prodotti che non hanno nulla a che vedere con la nostra tradizione!

Così penalizziamo la nostra agricoltura e arriviamo alla…

Seconda riflessione. In Sicilia e nel Sud Italia in generale la frutta secca non è mai mancata. E non ha mai creato problemi.

Vi risulta che in Sicilia e nel Sud Italia manchino le mandorle? E allora perché dobbiamo mangiare le mandorle californiane o le mandorle sgusciate cilene?

Vi risulta che in Sicilia e nel Sud manchino i pistacchi? Proprio in Sicilia abbiamo il pistacchio di Bronte e il pistacchio di Raffadali (che, detto per inciso, non ha nulla da invidiare al pistacchio di Bronte: anzi!). perché dobbiamo mangiare i pistacchi iraniani?

I semi di zucca salati li dobbiamo andare a prendere dall’Ucraina?

I ceci e i i fichi secchi li dobbiamo fare arrivare dalla Turchia?

Oggi la frutta secca può presentare problemi per la nostra salute, anche importanti. Non lo diciamo noi: lo dicono soggetti molto qualificati come potete leggere in questo articolo di Terra e Vita. 

Ribadiamo: in Sicilia e, in generale, nel Sud, non ci sono mai stati problemi per la frutta secca, anche grazie al nostro clima.

Per quale motivo dobbiamo portare sulle nostre tavole frutta secca che arriva da chissà dove, lavorata chissà come?

Che consiglio dare ai nostri lettori? Acquistate solo frutta secca del Sud. Insomma, vale sempre la regola Compra Sud! 

QUI L’ARTICOLO DI TERRA E VITA SUL CRESCENTE RISCHIO DI CONTAMINAZIONE DELLA FRUTTA SECCA 

 

 

 

 

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti