29
Giu
2017
0

Beni culturali e turismo: due scommesse da vincere. Il programma di Franco Busalacchi (cap.15)

C’ è un nesso organico che lega risorse ambientali e beni culturali e tante le opportunità per lo sviluppo che esse offrono al sistema economico siciliano

Proseguiamo con la pubblicazione del programma del candidato alla Presidenza della Regione siciliana, Franco Busalacchi. Qui potete leggere il suo curriculum). Sotto, in allegato, trovate i capitoli precedenti

La Sicilia, scriveva Maupassant nel suo “Viaggio” è un “divino museo d’architettura”.
Sono consapevole del nesso organico che lega risorse ambientali e beni culturali e delle opportunità per lo sviluppo che esse offrono al sistema economico siciliano. Le iniziative vanno sviluppate in ambiti determinati, all’interno dei quali le azioni di recupero e valorizzazione ambientali, di protezione e promozione del patrimonio culturale siano finalizzate alla definizione e alla fruizione di itinerari tematici o territoriali, di un prodotto turistico cioè in grado di raggiungere i diversi segmenti della domanda turistica, contribuendo al contempo ad ampliare gli stretti confini della stagionalità.
Gli obbiettivi specifici individuati sono;

Salvaguardia del patrimonio culturale;

Sistematizzazione delle conoscenze e miglioramento della loro diffusione finalizzata; alla tutela, fruizione culturale e valorizzazione turistica;
Miglioramento dell’accessibilità dei beni attraverso il sostegno ad applicazioni tecnologiche e servizi avanzati di informazione e comunicazione;
Miglioramento dell’efficienza dei servizi e introduzione dei modelli gestionali innovativi.

Recupero e fruizione del patrimonio culturale ed ambientale con particolare riferimento a:

Circuiti museali;
Sistema delle biblioteche
Circuito delle aree archeologiche
Circuito monumentale.

Turismo
La piccola Islanda con appena 300.000 abitanti, ospita ogni anno 1.800.000 turisti! All’aeroporto di Palma de Maiorca atterra un charter di turisti al minuto! Quindi si può fare! E quello che si può fare si deve fare.
Come?
Con:
– l’adeguamento dell’offerta alle esigenze del mercato della domanda;
-il miglioramento delle performances del sistema turistico siciliano;
– l’incremento della produttività degli investimenti;
– l’attivazione di procedure di auditing;
– l’incremento dell’efficacia commerciale del sistema turistico;
– l’incremento dei flussi turistici
-il riposizionamento del prodotto turistico regionale;
-il confezionamento di un’immagine capace di intervenire sulle motivazioni dei potenziali turisti;
-lo sviluppo della “cultura dell’ospitalità’’ nelle popolazioni residenti;
-il rafforzamento della filiera dell’offerta turistica siciliana;
-la diversificazione dell’offerta
-la destagionalizzazione
-la promozione delle tradizioni culturali locali.
Un impegno particolare sarà dedicato alla creazione, valorizzazione e fidelizzazione di eventi di particolare valore e significato culturale identitario e di attrazione turistica.

Nel corso dell’anno solare saranno prodotti 12 eventi, uno per ciascuna provincia e/o città capoluogo,uno per ciascun mese, della durata di una settimana. A questi si affiancheranno eventi di valenza territoriale comunale o infracomunale.

Franco Busalacchi: ecco il mio programma per governare la Sicilia (parte prima)
Franco Busalacchi: reddito di cittadinanza e lotta alle mafie. Ecco il mio programma (parte seconda) 
Tra Autonomia e democrazia negata: il programma di Franco Busalacchi (parte terza)
Dalla burocrazia al precariato: il programma di F. Busalacchi in pillole (parte quarta)
“Ecco la mia sfida allo Stato”: il programma di Franco Busalacchi (parte quinta)
Ecco come risollevare la nostra economia: il programma di F. Busalacchi (parte sesta)
“Alta Corte e riduzione al 30% delle indennità dei politici”: il programma di Franco Busalacchi (parte settima)
La riforma della PA e la fine del precariato: il programma di Franco Busalacchi (cap. 8)
“Ricominciamo dalla scuola”: il programma di Franco Busalacchi (cap.9)

Infrastrutture in Sicilia: dalla teoria alla pratica. Il programma di Franco Busalacchi (cap.13)

 

TAG ARTICOLO

Tags: ,

Ti potrebbero interessare

M5S, parte la sfida siciliana. Di Maio: “Nessuna alleanza con vecchi partiti”
Allarme astensionismo: i giovani Siciliani non facciano il gioco dei partiti e vadano a votare in massa
Risorse umane: la chiave dello sviluppo. Il programma di Franco Busalacchi (cap.16)
Regionali, Pietro Grasso dice no (e fa bene)

Lascia il tuo commento