Allegria, ragazzi: oltre all’olio d’oliva tunisino c’è anche quello del Marocco!

Allegria, ragazzi: oltre all’olio d’oliva tunisino c’è anche quello del Marocco!
20 giugno 2019

E, naturalmente, anche l’olio d’oliva spagnolo. Tutti “extravergine”, ci mancherebbe! Ricordate quante volte vi abbiamo invitato ad acquistare l’olio d’oliva direttamente dai frantoi o dalle aziende agricole di fiducia? Ebbene, ‘VideoAndria.com’ ci dice che 6 bottiglie di olio d’oliva extra vergine su 10 presenti negli scaffali della Grande Distribuzione Organizzata non sono italiani! 

Olio d’oliva ‘extravergine’ che circola in Italia: non c’è solo quello tunisino. C’è anche quello spagnolo: e questo lo sapevamo già. E c’è anche l’olio d’oliva – sempre ‘extravergine’ – che arriva dal Marocco. Tutti a tavola per condire l’insalata. Con quale olio d’oliva? Un dato per i consumatori che acquistano olio d’oliva nei centri commerciali: 6 bottiglie di olio d’oliva extra vergine su 10 presenti negli scaffali della Grande Distribuzione Organizzata non sono italiani!

Non lo diciamo noi: lo leggiamo in un articolo pubblicato da VideoAndria.com

Ricordate quanti articoli abbiamo scritto invitando i consumatori a non acquistare olio d’oliva extravergine a prezzi bassi? (QUI NE POTETE LEGGERE UNO DEI TANTI). Ricordate quante volte abbiamo scritto che quest’anno – dopo la disastrosa annata olivicola del 2018, con una riduzione della produzione di olive del 50-60% – un litro d’olio extra vergine d’oliva non può costare meno di 8-10 euro?

Ebbene, il titolo dell’articolo di VideoAndria.com è il seguente:

“Extravergine oliva: aumenta import da Marocco. Non fidatevi dell’olio venduto sotto i 7 euro al litro”.

Quindi l’attacco dell’articolo che cita una presa di posizione della Coldiretti Puglia:

“Aumentano nel 2019 di 13 volte le importazioni di olio dal Marocco e dell’83% gli arrivi dalla Spagna rispetto all’anno precedente, con l’addio a 6 bottiglie di extravergine Made in Italy su 10 sugli scaffali dei supermercati per effetto del crollo in Puglia del 65% fino anche all’80% della produzione di olive”.

Dice il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia:

“Con la produzione di extravergine Made in Italy che ha raggiunto quest’anno i minimi storici a causa delle gelate di febbraio 2018 e gli effetti drammatici della Xylella con il crollo in maniera incontrovertibile della produzione di olive di oltre il 60%, è aumentato il rischio di frodi e sofisticazioni a danno del vero Made in Italy che colpiscono i produttori agricoli e i consumatori, allarme che avevamo lanciato sin dall’anno scorso a seguito della peggiore campagna olivicola in Puglia degli ultimi 25 anni. Ringraziamo le forze dell’ordine per l’attività svolta e chiediamo una ulteriore stretta sui controlli per verificare quando, quanto e come arriva l’olio importato e soprattutto dove va a finire”.

C’è un passaggio sulla caduta del Segreto di Stato sui prodotti importanti:

“Finalmente è caduto il segreto di Stato sui prodotti stranieri che arrivano in Italia ed è una opportunità determinante che va sfruttata appieno – ricorda il presidente Muraglia – grazie allo storico pronunciamento del Consiglio di Stato del 6 marzo 2019 sull’accesso ai dati. Un risultato storico per la Coldiretti che ha sollecitato il pronunciamento, dopo la richiesta al Ministero della Salute, per mettere fine all’inganno dei prodotti stranieri spacciati per italiani ma anche per consentire interventi più tempestivi in caso di allarmi alimentari che provocano gravi turbative sul mercato ed ansia e preoccupazione nei consumatori, a fronte all’impossibilità di conoscere la provenienza degli alimenti coinvolti”.

Questo articolo dà forza alla battaglia condotta da I Nuovi Vespri insieme con tanti amici (e tra questi vogliamo ricordare Domenico Iananntuoni, ingegnere pugliese trapiantato a Milano, ma dal cuore meridionale).

Lo ribadiamo ancora una volta: non risparmiate sull’olio d’oliva extra vergine: chi vi vende una bottiglia di olio extravergine a 3-4-5-6 euro vi sta rifilando un prodotto sul quale non ci pronunciamo.

Ricordatevi che, quest’anno – 2019 – un litro d’olio d’oliva extra vergine italiano non può costare meno di 8-10 euro.

Ancora: l’olio d’oliva acquistatelo prezzo i frantoi di fiducia o direttamente presso le aziende agricole di fiducia.

QUI L’ARTICOLO DI VIDEOANDRIA.COM PER ESTESO

Per i Siciliani “olio d’oliva extra vergine” a 2,99 euro a bottiglia… Che cosa pensate di acquistare?

Olio d’oliva extra vergine a meno di 4 euro a bottiglia. Un consiglio: non acquistatelo!

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti