Draghi vuole chiudere tutto fino al 3 Maggio? Trovi i soldi per i ristori, sennò vada a casa!/ MATTINALE 536

Draghi vuole chiudere tutto fino al 3 Maggio? Trovi i soldi per i ristori, sennò vada a casa!/ MATTINALE 536
26 marzo 2021
  • Egregio capo del Governo Draghi: senza soldi la gente non può mangiare. O ci dobbiamo mettere tutti a dieta?
  • La campagna vaccinale: ulteriore dimostrazione del fallimento dell’Unione europea 
  • … e in Italia, oltre ai vaccini, mancano anche i medici 
  • Volete chiudere tutto fino al 3 Maggio? Servono almeno 200 miliardi di euro di ristori. Subito

Egregio capo del Governo Draghi: senza soldi la gente non può mangiare. O ci dobbiamo mettere tutti a dieta?

Tutto chiuso fino al 3 Maggio? E chi non ha un lavoro fisso che fa, non mangia più? O il capo del Governo Mario Draghi, un banchiere frettolosamente trasformato in politico, pensa che la gente viva di aria? I 32 miliardi di euro dello scorso Dicembre – una cifra ridicola rispetto al disastro economico – arriveranno, se arriveranno, tra qualche settimana e serviranno, e forse manco basteranno, per pagare le utenze! Soldi che gli italiani in difficoltà avrebbero dovuto ricevere a Gennaio arriveranno ad Aprile e il signor Draghi e i protagonisti del suo inutile quanto scombiccherato Governo pensano di tenere tutto chiuso fino al 3 Maggio? Ma perché non se ne vanno a casa, lui, i signori del PD, la Lega di Matteo Salvini, Berlusconi e tutto il seguito di questa armata Brancaleone?

La campagna vaccinale: ulteriore dimostrazione del fallimento dell’Unione europea 

Direte: c’è la pandemia. Certo. Ma cosa stanno facendo? La vaccinazione? Diamo per buono che questi vaccini funzionino. Bene: vanno somministrati in tempi strettissimi. Anticipando gli eventi. E’ possibile? No. Per due motivi. In primo luogo perché i vaccini non ci sono. E non mancano solo in Italia, ma in tutta l’Unione europea. Lo sapete, a tre mesi dall’inizio della campagna vaccinale, qual è la percentuale di vaccinati nell’Eurozona? Appena il 12%! Il secondo motivo per il quale, anche in presenza di vaccini, per l’Italia sarebbe impossibile vaccinare la popolazione in tempi brevi è legato alla carenza di medici e di strutture sanitarie. Se la sanità pubblica italiana non avesse subito i tagli spaventosi andati in scena negli ultimi anni, beh, qualcosa si sarebbe potuta fare. Ma l’Italia – lo ricordiamo a chi ha la memoria corta – è in Avanzo primario da qualche decennio. “Ce lo chiede l’Europa”, no? Per la cronaca, l’Avanzo primario è la situazione, del tutto antisociale, per la quale uno Stato incassa più di quanto spende, esclusi gli interessi sul debito pubblico. In pratica,  una redistribuzione al contrario dei soldi, che vengono tolti ai cittadini per finire nei mercati finanziariPer essere ancora più chiari, i governi italiani, per seguire i dettami dell’Unione europea tanto cara al signor Draghi, hanno tolto dal sistema economico del nostro Paese 35 miliardi di euro ogni anno per 20 anni (dal 1995 al 2015). Significa quindi che il Governo italiano, in 20 anni, ha tolto dal sistema economico 700 miliardi di euro! E sapete a quali settori sono stati tolti questi soldi? Alla sanità pubblica, alla scuola e al sistema delle imprese italiane chiamate a sopportare una tassazione assurda!

… e in Italia, oltre ai vaccini, mancano anche i medici 

Oggi si dovrebbero fare le vaccinazioni in fretta. Ma la coperta è corta, sia perché nell’Unione europea mancano i vaccini, sia perché – con riferimento all’Italia – ci sono pochi medici. Il risultato è il caos che vediamo, con gli assembramenti nei luoghi dove si effettuano le vaccinazioni. Non è ovunque così, certo. Ma in Sicilia gli assembramenti nei luoghi dove si effettuano i vaccini ci sono: e se ci sono gli assembramenti, si sa, aumentano i contagi. Tra l’altro in Sicilia i tagli alla sanità pubblica, grazie al Governo Prodi 2006-2008, sono stati maggiori rispetto a tutte le altre Regioni italiane! Dal 2009 lo Stato scippa alla sanità della Regione siciliana 600 milioni di euro all’anno. A complicate tutto ci sono le varianti del virus. Sarebbe stato necessario ridurre drasticamente la libera circolazione delle persone. Invece in Italia, ad esempio, continuano ad entrare migranti. E, anche se a ranghi ridotti, pure turisti e crocieristi. E con le persone che giungono in Italia dai Paesi esteri – piaccia o no – arrivano anche le varianti del virus. E sono varianti che possono vanificare l’azione dei vaccini, del plasma iperimmune e degli anticorpi monoclonali.

Volete chiudere tutto fino al 3 Maggio? Servono almeno 200 miliardi di euro di ristori. Subito

E qual è la ricetta del Governo Draghi rispetto a questo scenario? Chiudere tutto fino al 3 Maggio! L’abbiamo già scritto e lo ribadiamo: questo Governo è inadeguato. Ci sono proteste tra il mondo delle imprese in gravissima difficoltà, ci sono proteste nel mondo della scuola. C’è stanchezza dopo un anno di chiusure e aperture. Non sono queste le soluzioni. Da un anno, in Italia, i Governi aprono & chiudono. E la situazione – sanitaria ed economica – piuttosto che migliorare, è peggiorata. Vogliono continuare a chiudere di qua e di là? Allora Draghi e compagni tirino fuori i soldi. Non gli ‘spiccioli’: i soldi veri, ristori veri: non meno di 200 miliardi di euro subito: subito! Il Governo Conte poco meno di 200 miliardi di euro, in poco più di un anno, li ha trovati: li ha trovati a debito, ma li ha trovati. A nostro avviso, i soldi si possono trovare senza ricorrere al mercato finanziario internazionale: ma di questo parleremo in un altro articolo. Intanto, se il signor Draghi e i suoi Ministri pensano di bloccare tutto fino al 3 Maggio, ebbene, trovino i soldi. Ribadiamo: subito, perché tanti imprenditori, il popolo delle partire IVA e le famiglie non a reddito fisso debbono campare. Se trovate i soldi, egregi governanti, potete prendervi altri due giorni, fino al 5 Maggio: così ricordiamo anche Manzoni e Napoleone… Se Draghi e i suoi Ministri non sono capaci di dare risposte subito tolgano il disturbo. Perché intanto il malcontento cresce, cresce, cresce…

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti