Il giallo di Caronia: autorizzato l’accesso alla salma di Viviana Parisi. Novità in arrivo?

Il giallo di Caronia: autorizzato l’accesso alla salma di Viviana Parisi. Novità in arrivo?
20 febbraio 2021
  • Il biologo Salvatore Spilateri del CIS potrà finalmente esaminare per la prima volta la salma di Viviana Parisi 
  • “La morte del bambino è la parte del delitto che racchiude i maggiori dubbi. Fondamentale capire come sia avvenuto il decesso”
  • Si attende la relazione dei consulenti 

di Teresa Frusteri

Il biologo Salvatore Spilateri del CIS potrà finalmente esaminare per la prima volta la salma di Viviana Parisi 

Proseguono le indagini sulla morte di Viviana Parisi e del piccolo Gioele Mondello, trovati morti tra le campagne di Caronia nell’Agosto dello scorso anno. Con una novità comunicata dal biologo Salvatore Spitaleri del CIS (Centro Investigazioni Scientifiche-Indagini Forensi): “Nei prossimi giorni con il medico legale Cataldo Raffino ci recheremo al Policlinico di Messina, la Procura (presso il Tribunale di Patti ndr) ha infatti autorizzato l’accesso alla salma di Viviana Parisi per la prima volta. Prima ci era stato permesso soltanto per il corpo del piccolo Gioele”. Spilateri ha parlato dai microfoni di StrettoWeb. “Nessuna ipotesi – ha precisato – può essere esclusa al momento sulla morte di Gioele perché bisogna attendere la relazione dei consulenti della Procura di Patti, che credo arriveranno nel mese di marzo”,

“La morte del bambino è la parte del delitto che racchiude i maggiori dubbi. Fondamentale capire come sia avvenuto il decesso”

Spitaleri è un biologo molecolare, criminalista, specialista in Scienze Forensi, ex Carabiniere del RIS di Messina, con un’esperienza ultra trentennale. E’ stato nominato Consulente tecnico di parte dai legali dei genitori di Viviana Parisi, gli avvocati Nicodemo Gentile e Antonio Cozza lo scorso agosto. “Dalla relazione della Procura – dice – ci si dovrà aspettare di tutto, vicende analoghe a questa sono capite diverse volte negli anni, e ciò mi porta a non sbilanciarmi. La morte del bambino è la parte del delitto che racchiude i maggiori dubbi, perché è fondamentale capire come sia avvenuto il decesso. Il corpo è stato dilaniato dagli animali, non si può ancora sapere se sia stata quella o meno la causa della morte”.

Si attende la relazione dei consulenti 

Insomma, di certo sulla vicenda sul giallo di Caronia c’è ancora poco o nulla. La tesi omicidio (figlicidio)-suicidio non può essere ancora scartata, e così nemmeno la possibilità che emergano impronte digitali e tracce di un terzo individuo oltre Viviana e Gioele. Anche se c’è chi considera l’omicidio-suicidio un’ipotesi che non sta in piedi. Si attende dunque la relazione dei consulenti. Se la Procura di Patti avrà altri indizi per far proseguire le indagini si continuerà. In ogni caso, difficilmente il caso sarà archiviato. Intanto Daniele Mondello e tutti i familiari delle vittime sperano che dalle verifiche possono emergere dati scientifici per scoprire la verità.

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti