Il nuovo Governo Conte bis come il MinCulPop: in pensione a 75 anni anni è bello! (e se prima crepi è anche meglio…)

Il nuovo Governo Conte bis come il MinCulPop: in pensione a 75 anni anni è bello! (e se prima crepi è anche meglio…)
5 ottobre 2019

Ma guarda un po’ che combinazione: mentre il nuovo Governo italiano annuncia lo smantellamento di Quota 100 arrivano i ‘grandi esempi’ da seguire: come i lavoratori che, a oltre 70 anni di età, sono rimasti a lavorare e non vogliono mollare! Eh sì, con l’Unione Europea dell’euro e con i suoi servi sciocchi italici è tornata la propaganda in stile Ministero della Cultura Popolare fascista…

Questa la dobbiamo proprio raccontare. Sicuramente è noto a tutti cos’è stato il MinCulPop, il Ministero della Cultura Popolare fascista che, durante il ‘glorioso ventennio’ si occupava di propaganda, ovvero di indottrinare gli italiani, che in tanti casi la prendevano a ridere. E da sorridere, ma fino a un certo punto, è quanto sta succedendo in queste ore con lo sbaraccamento di Quota 100, il provvedimento che ha messo in discussione la ‘grande legge’ sulle pensioni nota come Legge Fornero.

E’ noto che Quota 100 è stata una battaglia iniziata dal Governo di grillini e leghisti: rompere il muro della legge Fornero, che impone il pensionamento dei lavoratori a quasi 70 anni, e far tornare in pensione a 64 anni di età. Era un segnale preciso verso l’Unione Europea dell’euro, che vuole mandare la gente in pensione a 70 anni.

Ovviamente, non si poteva fare così per tutti: ma – lo ribadiamo – era un segnale di ribellione ai ‘banditi’ liberisti che governano l’Unione Europea.

Appena arrivati nel nuovo Governo, PD e grillini stanno subito sbaraccando Quota 100. E – nel caso dei grillini – lo stanno facendo senza vergogna!

Ma la notizia che vogliamo commentare oggi non è questa: la notizia è che, proprio nelle stesse ore in cui lo Ministro-scienziato dell’Economia, il piddino Roberto Gualtieri (chi è questo signore lo abbiamo scritto qui), annuncia lo smantellamento di Quota 100, nel silenzio dei grillini che fanno finta che il discorso non riguardi loro (noi ieri abbiamo chiesto all’eurodeputato Ignazio Corrao e al senatore Mario Michele Giarrusso, entrambi grillini, cosa pensano dello smantellamento di Quota 100: siamo ancora in attesa del loro ‘verbo’: l’abbiamo chiesto non a caso a loro due, visto che sono sempre stati protagonisti, almeno a parole, della ‘rivoluzione’ del Movimento 5 Stelle…) annuncia lo smantellamento di Quota 100 arrivano bizzarre interviste.

Ce n’è una, in particolare, che ci ha colpito: l’intervista ad una donna che ha 75 anni di età e non ne vuole sapere di ritirarsi.

Ecco il grande esempio che il PD e i grillini, oggi al Governo del Paese: ma che andate a fare in pensione a 62 anni? Prendete esempio da questa donna che, a 75 anni suonati, sbobba ancora alla grande!

Che grande messaggio, è vero grillini? Tutti al lavoro fino a 75 anni così facciamo risparmiare un sacco di soldi all’INPS e si possono pagare meglio le ‘rate’ degli interessi del debito pubblico che – magia delle magie! – cresce mentre gli italiani diventano sempre più poveri, mentre gli ospedali pubblici diventano sempre più disastrati, mentre aumenta la disoccupazione e mentre cresce la disperazione.

E se si muore prima – con gli ospedali pubblici che peggiorano di giorno in giorno cosa non improbabile – è ancora meglio: risparmio totale sulle pensione e più soldi per pagare le ‘rate’ del debito pubblico italiano.

Non è meraviglioso pensare che con gli 80-90 miliardi all’anno che l’Italia paga per le ‘rate’ del debito pubblico altri Paesi europei (indovinate voi quale Paese…) staranno meglio? Questa sì che è l’Unione Europea che sognavamo, no?

Grande massaggio subliminale alla Minculpop da parte del nuovo Governo: l’esempio da seguire è il lavoro fino a 75 anni: in fabbrica o in ufficio come tanti ‘beccaccini’ e scordatevi la pensione che fa male alla salute!

Che dire? Viva il Movimento 5 Stelle che oggi compie dieci anni…

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti