Il neo Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri: quello del MES e del Fiscal Compact

Il neo Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri: quello del MES e del Fiscal Compact
4 settembre 2019

Vi raccontiamo perché l’Unione Europea dell’euro è felicissima della nomina di Roberto Gualtieri al Ministero dell’Economia. Nessuno, meglio di lui, nel nostro Paese, può garantire meglio gli ‘europeisti’. E’ uno dei protagonisti del Fiscal Compact, il trattato che ha condannato l’Italia alla crisi economica permanente. Che ne pensano, secondo voi, gli economisti-statisti Grillo & Casaleggio?   

di Luca Pinasco

La rivista americana “Politico” lo ha definito “uno deputati più influenti del parlamento europeo”. Ha presieduto il numero record di 157 negoziazioni inter-istituzionali tra Commissione, Parlamento e Consiglio per definire le norme europee.

Il prof. di storia Roberto Gualtieri, prossimo Ministro dell’Economia italiano, è tra i più stimati e potenti parlamentari europei. È stato relatore per la modifica dell’articolo 136 del Trattato di Lisbona che istituisce il MES, fondo per il quale l’Italia ha versato 50 miliardi e ne dovrà versare altri 75.

Il funzionamento del MES è semplice: per mantenere stabile l’euro nel caso in cui dovessimo trovarci in grave crisi, l’UE ci aiuterebbe prestandoci soldi presenti in quel fondo, in cambio di qualche privatizzazione.

Nel 2011 è stato, insieme a Guy Verhofstad, membro della squadra che aveva il compito di convincere i governi europei ad accettare il “Fiscal Compact”, quella regola che ci obbliga a politiche fiscali restrittive anche in caso di ciclo economico avverso, condannandoci alla crisi permanente. La più grande tragedia della moderna politica economica secondo i premi Nobel per l’economia Krugman e Stiglitz.

Infine ha presieduto il Financial Assistance Working Group, finalizzato a monitorare che la Grecia facesse bene le riforme di tagli alla spesa e cessione del patrimonio in cambio degli aiuti europei.

Con un curriculum così non poteva che diventare Ministro dell’Economia.

Foto tratta da Open

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti