Presidente Musumeci: vuole il Piano straordinario per il Sud e tace sugli scippi romani?

Presidente Musumeci: vuole il Piano straordinario per il Sud e tace sugli scippi romani?
21 settembre 2019

Ci riferiamo, in particolare, egregio presidente Musumeci, alla nota sui conti della Regione messa nero su bianco dal parlamentare regionale Sergio Tancredi. E ci riferiamo, anche, al ruolo molto singolare svolto dalla Commissione Paritetica Stato-Regione: ruolo stigmatizzato nella relazione sui conti regionali nominata dal suo Governo e dallo stesso Tancredi. Ne vogliamo parlare invece di ‘annacarsi’ ancora quel fanfarone di Berlusconi? 

Ci ha colpito la seguente dichiarazione del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci:

“Esprimo soddisfazione per le parole con cui il presidente Berlusconi riconosce l’attualità e l’urgenza del Piano straordinario per la Sicilia e il Mezzogiorno che invoco da mesi. Questa Terra è stata massacrata e devastata da troppi che, a Palermo come a Roma, hanno tradito la fiducia degli elettori. Come se non bastasse è di questi giorni la notizia che il disavanzo accumulato in circa trent’anni è arrivato a oltre 7 miliardi di euro. Noi ci facciamo carico anche del risanamento, come mai accaduto nel passato. Ma lo Stato non può restare a guardare: vogliamo fatti”.

Confessiamo che siamo molto perplessi. Il presidente Musumeci afferma, a ragione, che la Sicilia “è stata massacrata e devastata da troppi che, a Palermo come a Roma, hanno tradito la fiducia degli elettori”.

Siamo d’accordo con lui. Quello che non riusciamo a capire è il perché, quando tra il 2014 e il 2016, la Regione siciliana veniva “massacrata e devastata” dai ‘Patti scellerati’ tra il Governo nazionale di Matteo Renzi e il Governo regionale di Rosario Crocetta, lui, Musumeci, da parlamentare regionale, non trovava nulla da dire!

Ieri abbiamo pubblicato un intervento del parlamentare regionale del Movimento 5 Stelle, Sergio Tancredi, da quale viene fuori che lo Stato, ancora oggi, scippa alla Regione siciliana una barca di risorse finanziarie. Questa lettera è stata recapitata, nei mesi scorsi, anche al presidente Musumeci. L’ha letta? E cosa ne pensa? Come mai non trova nulla da dire?

Lo stesso presidente Musumeci, qualche giorno fa, ha annunciato che incaricherà una società privata (a proposito: chi la pagherà?) per fare chiarezza sui conti della Regione. Solo che il presidente Musumeci, dal 3 giugno scorso, ha a disposizione una relazione – redatta da un gruppo di lavoro nominato dallo stesso Governo regionale – che ha già fatto chiarezza sui conti della Regione. E ha ‘sgamato’ un comportamento, come dire?, un po’ strano da parte della Commissione Paritetica Stato-Regione siciliana (cosa che, in realtà, segnalata anche il parlamentare Tancredi).

Allora, presidente Musumeci: lo troviamo un po’ di coraggio per affrontare questi argomenti?

Sa, cominciamo a stancarci di certi avvertimenti manzoniani che, in Sicilia, non sortiscono effetto alcuno…

P.s.

Presidente Musumeci, basta con Berlusconi che, da quando è piedi piedi, non ha fatto altro che prendere in giro i siciliani e, in generale, i meridionali!  

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti