Via il nome di Giuseppe Garibaldi da vie, piazze e ville e sostituiamolo con Andrea Camilleri

Via il nome di Giuseppe Garibaldi da vie, piazze e ville e sostituiamolo con Andrea Camilleri
25 luglio 2019

Lo propone in una lettera a I Nuovi Vespri Adriana Vitale. Superfluo sottolineare che noi siamo d’accordo. Ci permettiamo solo di aggiungere un tocco finale: togliere il nome di Garibaldi anche dalle scuole e dagli ospedali della Sicilia ed eliminare le statue dedicate a questo soggetto che ha venduto il Sud ai Savoia!

di Adriana Vitale

Le fake new esistono da sempre, notizie spacciate per vere fino allo sfinimento, tanto da riuscire a convincere gli stessi autori della menzogna che la stessa menzogna corrisponde al vero. Ed è esattamente ciò che è avvenuto sulla distorsione storica sull’unità d’Italia, la cui mano armata venne affidata a Garibaldi per distruggere il Regno delle Due Sicilie, lo Stato più ricco e all’avanguardia d’Italia, che venne saccheggiato e messo in ginocchio.

Dopo l’unità d’Italia, attraverso la propaganda e la retorica politica piemontese, con una tecnica comunicativa efficace e duratura nel tempo, è stato fatto passare il messaggio che il Regno meridionale, oppresso dai Borbone, fosse una terra povera e arretrata e che il Settentrione si sarebbe impegnato per il suo sviluppo, motivo per il quale molti meridionali non conoscono e non hanno coscienza piena del proprio passato.

Ancora oggi quotidiani nordici perseverano nel far passare il messaggio di un Sud che pesa sulle spalle del Nord, e più comprendono che inizia a farsi strada la coscienza collettiva di un popolo con focolai sicilianisti che urlano al riscatto di un popolo, più insistono con quella che è la fake new più lunga di sempre: una storia falsa, che ha reso eroe Giuseppe Garibaldi, tanto da intitolargli vie, piazze e scuole. Una sorta di beffa per il popolo siciliano da parte di colui che ha messo in ginocchio il Sud.

Da qui la mia proposta:

in tutte le città fino ad arrivare ad ogni singolo paese della Sicilia, propongo di sostituire le vie, le piazze e le ville intitolate a Giuseppe Garibaldi con il nome del maestro Andrea Camilleri.

Sarebbe un omaggio al maestro Andrea Camilleri, da poco scomparso, che ha dato lustro alla Sicilia, portando con orgoglio la sicilianità in tutto il mondo.

Far scomparire dalle vie e piazze il nome di Giuseppe Garibaldi, sarebbe restituire la memoria collettiva ad un popolo per troppi anni oppresso e offeso.

P.s.

La proposta della nostra collaboratrice, Adriana Vitale, ci sembra ottima. E noi – visto che per raccontare la verità su Garibaldi in Sicilia stiamo pubblicando puntate il libro di Giuseppe Scianò (“… e nel mese di maggio del 1860 la Sicilia diventò colonia!), non possiamo che essere d’accordo.  

Siamo certi che un altro nostro collaboratore – Ignazio Coppola – autore di bellissimi articoli su Garibaldi (e autore anche di un libro dato alle stampe in questi giorni: “Anche Garibaldi pagò il pizzo – i picciotti di mafia nell’impresa dei Mille”) sarà d’accordo. 

Vediamo cosa ne pensano i sindaci. Ci permettiamo di aggiungere un suggerimento: togliere il nome di Giuseppe Garibaldi dalle scuole e dagli ospedali della Sicilia ed eliminare le statue intitolate a questo personaggio che ha consegnato il Sud ai piemontesi.  

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti