Germana Grosso la casalinga di Torino che parlava con gli extraterrestri e che avvertì Kennedy dell’attentato

10 novembre 2022
  • La donna mise in guardia gli americani sui pericoli che correva il presidente Kennedy poco più di tre mesi prima dell’omicidio di Dallas ma non venne creduta. Perché?   
  • Perché facciamo fatica a comprendere l’Amore universale?
  • “Il lavoro, cari terrestri, dovete farlo voi”. Ci riusciremo? 
  • L’accoglienza dei prescelti. Ci saremo? 

La donna mise in guardia gli americani sui pericoli che correva il presidente Kennedy poco più di tre mesi prima dell’omicidio di Dallas ma non venne creduta. Perché?

 

di Consuelo Venizelos

Il nostro viaggio nel mondo dei contattai continua. Abbiamo messo in risalto la figura di Eugenio Siragusa, ma egli non è stato l’unico ad essere stato contattato dai Fratelli Galattici e tanti sono i nomi che meriterebbero di essere messi in risalto. Oggi ci occuperemo di mettervi a conoscenza di un’altra importante figura, questa volta femminile, che nel corso degli anni ’50 ebbe modo di venire in contatto con esseri di altre dimensioni grazie all’utilizzo della telepatia. Ci riferiamo a Germana Grosso, una donna semplice e di modeste origini. Germana Grosso nasce a Torino nel 1923, svolge una vita tranquilla e riservata fino a quando nel 1957 , dopo un esaurimento psicofisico, inizia a ricevere in modo telepatico dei messaggi più o meno lunghi ad ogni ora del giorno e della notte, che avevano la particolarità di essere percepiti dalla sua mente come una sorta di “click” che rappresentava il momento in cui la donna si muniva della sua macchina da scrivere e pazientemente trascriveva tutto ciò che le veniva trasmesso. Queste comunicazioni toccavano ogni sorta di argomento: spirituale, politico, religioso. E molte di esse erano delle vere e proprie profezie (ricordiamo il messaggio rivolto all’allora presidente degli Stati Uniti d’America, Kennedy, sull’imminente minaccia alla sua incolumità, domenica 14 luglio 1963) messaggio che Germana Grosso si premurò di inoltrare immediatamente al governo degli Stati Uniti, ma che non trovò nessun riscontro tangibile visto che il presidente Kennedy non arrivò a leggere mai quella missiva. Egli, infatti, venne ucciso il 22 novembre 1963 a Dallas. Questa rappresenta solo una delle tante profezie che Germana Grosso ricevette dagli esseri in contatto con lei.

 

Perché facciamo fatica a comprendere l’Amore universale?

 

I messaggi che riceveva erano tanti e tali che anni dopo il giornalista e ricercatore Ugo Sartorio scrisse un bellissimo libro intitolato “I NOSTRI AMICI EXTRATERRESTRI”, utilizzando gli scritti della Grosso per dare un’impronta più incisiva ai meravigliosi racconti sull’esistenza di esseri di luce che vivevano e vivono il Cosmo inseriti in un contesto di Amore Universale che noi terrestri ancora oggi facciamo fatica a comprendere, figuriamoci a mettere in atto. Ma cosa contenevano questi scritti? Un argomento su cui gli Esseri puntavano spesso l’attenzione era rappresentato dalla questione moralità. Essendo Esseri di gran lunga più evoluti di noi, il loro concetto di “bene”, di rispetto, di amore è ben lontano dal nostro limitato e terreno modo di gestire le relazioni interpersonali. Il terrestre, ancora oggi, riferendosi alla potenziale esistenza di altri individui simili a lui dice spesso: “Se davvero esistessero ci avrebbero già salvato da tutto il marciume in cui siamo obbligati a vivere”. In realtà il concetto è ben più sottile e complesso al tempo stesso. Come abbiamo detto in un nostro precedente articolo, una delle leggi universali più importanti è quella che si basa sul “libero arbitrio”. Questo è un aspetto centrale, che racchiude in sé tanti altri modi di contemplare le leggi cosmiche in modo molto più chiaro e inflessibile. Partendo dal presupposto che ogni essere che vive in questo Pianeta ha una propria evoluzione più o meno avanzata, nessuno può permettersi di interferire con quell’avanzamento, perché ogni forma di ingerenza significherebbe arrestare o, ancor peggio, inficiare il buon esito di un cammino spirituale che deve sempre essere personale e intimo.

 

“Il lavoro, cari terrestri, dovete farlo voi”. Ci riusciremo? 

 

I nostri cari fratelli galattici non si stancheranno mai di ripetercelo più e più volte: noi siamo qui, vi amiamo incondizionatamente, vi aiutiamo e vi sosteniamo in tutte le vostre vicissitudini quotidiane ma non possiamo fare il lavoro al posto vostro. Questo comporterebbe un errore madornale che non solo causerebbe dei problemi a voi ma di riflesso anche noi subiremmo delle conseguenze negative sia sul nostro karma che sulla nostra evoluzione di consapevolezza e spiritualità.
Anche Germana Grosso ebbe modo tante volte di affrontare coi suoi interlocutori evoluti questo argomento assai annoso e delicato e tutte le volte la risposta era sempre la stessa: il lavoro, cari terrestri, dovete farlo voi. Messo a punto questo importante aspetto sul rispetto del libero arbitrio, ecco che tutto il resto di cui potremmo parlare avrebbe adesso dei chiarimenti più proficui proprio perché è tutto basato sulla libertà di agire. Ma noi terrestri siamo esseri curiosi e stravaganti e così tutti quei racconti che avvenivano, lo ricordiamo ancora, in forma puramente telepatica, riguardavano anche il modo di vivere di questi Esseri e la descrizione pedissequa del loro mondo. Venivano descritte ambientazioni dal tocco fiabesco e fantastico, paesaggi verdeggianti, abitazioni dove il materiale principale era il simil vetro totalmente trasparente. Un mondo dove la vita pullula di amore tra gli uomini, di aiuto reciproco e di umiltà, tutti valori spirituali che noi terrestri, pur con tutto lo sforzo possibile, non riusciremmo mai a mettere in pratica davvero finché saremo avvelenati da questa realtà basata sulla menzogna, sul bisogno atavico di danaro, sulla violenza, sulla guerra e sullo sfruttamento e la distruzione delle nostre risorse naturali.

 

L’accoglienza dei prescelti. Ci saremo? 

L’odio nei confronti della nostra amata Terra ci sta portando ormai all’interno di un vortice senza via di ritorno, ed è proprio adesso che urge il bisogno di lanciare quel monito rivolto a noi terrestri che dobbiamo svegliarci una volta per tutte! Il tempo è ormai finito! E tutto ciò che potevamo fare lo abbiamo già compiuto!
Ci rimane un’ultima opportunità per risvegliare le nostre coscienze e aprirci finalmente a questa meravigliosa occasione di poterci evolvere e giungere proprio in quei mondi descritti da questi esseri di luce. Mondi meravigliosi dove vige la pace, l’amore cosmico e ogni forma di sentimento puro e leale verso tutti gli altri fratelli. Vi giunga anche questa volta l’ennesimo messaggio di speranza per questo Mondo che si sta ormai avviando alla sua fine, ma il Pianeta si salverà. La vera redenzione dovrà farla l’essere umano. Che si renda finalmente conto che non ha più tempo. Che capisca e comprenda l’importanza di essere leale, rispettoso, amorevole e buono nei confronti dei propri simili per potersi guadagnare finalmente il posto d’onore in quel mondo che è tanto meraviglioso e diverso dal nostro ma che non aspetta altro che accogliere i prescelti. Purtroppo sono pochi coloro che hanno capito che non è con la guerra, né con la violenza, né con l’avidità che si può raggiungere il paradiso spirituale, ma è grazie all’Amore incondizionato e disinteressato che si raggiungerà la giusta evoluzione interiore.

Per ulteriori approfondimenti sul libro di Germana Grosso è possibile scaricarlo in PDF direttamente qui:
https://www.famigliafideus.com/wp-content/uploads/2021/02/I-NOSTRI-AMICI-EXTRATERRESTRI-Germana-Grosso.pdf

Al prossimo appuntamento! Ma nel frattempo …
Buon viaggio nel Cosmo!

Chi è interessato a leggere gli articolo precedenti su tale argomento si trova su I Nuovi Vespri nella sezione Minima Immoralia

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti


Sicilia greca: le colonie più famose


di I Nuovi Vespri

La Sicilia, come larga parte delle regioni del Mezzogiorno italiano, vanta una grande tradizione turistica: si trova costantemente ai primi […]