Presidente Musumeci: non è il caso, sul vaccino AstraZeneca, di adottare le stesse precauzioni di Danimarca e Finlandia?/ SERALE

Presidente Musumeci: non è il caso, sul vaccino AstraZeneca, di adottare le stesse precauzioni di Danimarca e Finlandia?/ SERALE
15 aprile 2021
  • Ce lo chiediamo perché in questi due Paesi Europei – Danimarca e Finlandia – la vaccinazione con AstraZeneca è stata sospesa, mentre in Sicilia si procede addirittura senza prenotazioni!
  • Si possono nutrire perplessità sulla sperimentazione di questi vaccini anti-Covid o si offende qualcuno?  
  • Perché la Sicilia non adotta le precauzioni adottate da Danimarca e Finlandia? 

Ce lo chiediamo perché in questi due Paesi Europei – Danimarca e Finlandia – la vaccinazione con AstraZeneca è stata sospesa, mentre in Sicilia si procede addirittura senza prenotazioni!

Per curiosità, non è che, in Sicilia, dopo le ‘sbrasate’ dei furbetti del vaccino, nonostante la martellante pubblicità (“Il vaccino è l’unico rimedio contro il Covid!”), i siciliani se la stanno pesando? Ce lo chiediamo perché, leggendo i comunicati ufficiali, abbiamo la sensazione che si stia passando dalle file chilometriche per vaccinarsi alla campagna “Vaccino? Prego, si accomodi!”, perché non sanno più a chi propinarli. Un comunicato della presidenza della Regione siciliana fa riflettere. Titolo del comunicato: “Covid: da domani tre giorni di vaccini per gli over 60 senza prenotazione”. Quindi, se non abbiamo capito male, chi si presenta si vaccina. Accussì! Leggiamo adesso il comunicato: “Sono 66 gli Hub e i Centri vaccinali in Sicilia nei quali da domani (venerdì 16) a domenica 18 aprile i cittadini tra i 60 e i 79 anni che non presentano fragilità potranno vaccinarsi, anche senza avere prenotato il proprio turno. L’Open week-end, come è stato battezzato, prende l’avvio da una disposizione del presidente della Regione Nello Musumeci per accelerare ulteriormente la campagna vaccinale nell’Isola”.

Si possono nutrire perplessità sulla sperimentazione di questi vaccini anti-Covid o si offende qualcuno?  

A questo punto arriva la bella notizia: “Il vaccino somministrato sarà quello di Astrazeneca, del quale al momento c’è il maggior numero ELENCO CENTRI VACCINI OPEN DAY di dosi disponibili. Tutti gli utenti potranno contare su un’attenta valutazione medica prima dell’immunizzazione, per capire se sussistono controindicazioni in base a particolari problemi di salute. Per tutti i cittadini che non possono recarsi presso i punti vaccinali nei tre giorni è assicurata già la possibilità di prenotare la vaccinazione dal portale Costruiresalute.it e Siciliacoronavirus.it Si raccomanda di munirsi di tessera sanitaria e di compilare la modulistica necessaria prima della vaccinazione”. Sempre dal quel poco che abbiamo capito ci sono dei limiti di età. Il vaccino Astrazenaca si somministra da 60 anni in poi. E chi invece è stato vaccinato, non aveva 60 ma un bel po’ di anni in meno ed è deceduto? Le sperimentazioni per capire chi vaccinare in ragione dell’età non vanno fatte prima di mettere in circolazione un vaccino? Possiamo confessare le nostre perplessità su tutta la confusionaria campagna di vaccinazione anti-Covid, non soltanto della Sicilia, ma dell’Italia e dell’Unione europea?

Perché la Sicilia non adotta le precauzioni adottate da Danimarca e Finlandia? 

Ancora. In Francia sono riprese le vaccinazioni con AstraZeneca, ma sono per chi ha più di 55 anni. In Germania e in Spagna leggiamo che dovrebbero riprendere le vaccinazioni con AstraZeneca. Invece in Danimarca e in Finlandia il vaccino AstraZeneca è stato sospeso. Ci chiediamo e chiediamo: con tutte le cose che sono successe, con tute e cose che sono state scritte, con i cinque decessi avvenuti in Sicilia dopo che a queste persone è stato somministrato il vaccino AstraZeneca – correlazione temporale, certo, ma sempre correlazione è – non sarebbe stato il caso di sospendere questo vaccino? La Danimarca, quasi 6 milioni di abitanti, “ha sospeso l’uso del vaccino AstraZeneca per 14 giorni l’11 marzo – leggiamo in un articolo di Adnkronos – in seguito alla morte di una donna di 60 anni a cui era stata somministrata la prima dose. Tanja Erichsen, dell’Agenzia danese del farmaco, ha affermato che sono stati segnalati casi di effetti collaterali sia negli uomini che nelle donne. In totale, sono più di 140 mila le persone in Danimarca che sono state vaccinate con AstraZeneca”. Sempre Adnkronos sulla Finlandia, 5 milioni e mezzo di abitanti circa: “La Finlandia ha deciso di sospendere le somministrazioni del vaccino di AstraZeneca per indagare due possibili casi di trombosi”. Vogliamo porre una domanda al presidente della Regione siciliana e ai tecnici che lo consigliano: non sarebbe il caso di adottare le precauzioni adottate da Danimarca e Finlandia, invece di offrire vaccini AstraZeneca senza prenotazioni? O forse in Danimarca e in Finlandia sono di moda le ‘psicosi‘?

P.s.

Presidente Musumeci e collaboratori: aspettiamo ancora di sapere quali varianti del virus SARS-COV-19 sono presenti in Sicilia e da dove sono arrivate. 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti