Primo provvedimento per l’emergenza Covid del Governo Draghi: niente DPCM, ma un Decreto legge

Primo provvedimento per l’emergenza Covid del Governo Draghi: niente DPCM, ma un Decreto legge
22 febbraio 2021
  • La novità è importante, perché le decisioni adottate dal Governo, entro 60 giorni, debbono passare al vaglio del Parlamento
  • Prorogato fino al 27 Marzo lo stop allo spostamento delle persone tra le Regioni

La novità è importante, perché le decisioni adottate dal Governo, entro 60 giorni, debbono passare al vaglio del Parlamento

Covid-19: il primo provvedimento adottato dal Governo di Mario Draghi non è un DPCM, ma un Decreto legge. Non è una notizia di poco conto, se è vero che il Tribunale di Roma ha definito illegittimi i Decreti Presidenziali del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il passaggio è importante, perché il potere di decidere sulla libertà personale dei cittadini – perché alla fine di questo si tratta – torna, com’è giusto che sia, al Parlamento. I Decreti legge, infatti, hanno sì effetti immediati, ma debbono essere convertiti in legge dal Parlamento entro 6o giorni, pena la perdita dell’efficacia sin dall’inizio. Insomma, rispetto al precedente Governo si cambia registro.

Prorogato fino al 27 Marzo lo stop allo spostamento delle persone tra le Regioni

Quanto ai contenuti del provvedimento, confermano le limitazioni nelle zone e gialle e nelle zone arancioni, comprese le misure su orari e numero di persone (due adulti con in più solo i figli minori di 14 anni) per gli spostamenti per le visite private. Per ciò che riguarda le abitazioni private, il nuovo Decreto legge non li consente nelle zone rosse. Prorogato fino al 27 Marzo il diviato di spostamento delle persone fra le Regioni.

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti