L’America di Biden conferma i dazi doganali contro l’Europa

L’America di Biden conferma i dazi doganali contro l’Europa
12 febbraio 2021
  • Il presidente americano Biden ha confermato i dazi doganali che Trump ha appioppato all’Europa
  • Ennesima dimostrazione che i presidenti americani tutelano gli interessi dell’America 
  • In questo momento ci sembra impossibile che gli USA tolgano i dazi doganali all’Europa

Il presidente americano Biden ha confermato i dazi doganali che Trump ha appioppato all’Europa

Il sistema economico liberista dell’Unione europea è imperniato export: più si esporta, meglio è. Non per tutti, in verità, ma per la Germania sì. Per questo quando l’ex presidente USA, Donald Trump, ha appioppato i dazi doganali all’Europa è stato demonizzato e visto come il ‘cattivo’. Anche se la ragione gliel’aveva data il WTO, l’Organizzazione Mondiale del Commercio. La notizia è che anche il nuovo presidente USA, Joe Biden il ‘Buono’, ha confermato i dazi doganali all’Unione europea! Una bella fregatura, per l’Europa, visto che ad essere colpiti sono i formaggi Svizzero ed  Emmental, poi il Groviera e alcuni tipi di Gorgonzola. E ancora  lo Cheddar, il formaggio più diffuso in Inghilterra. E poi i formaggi di latte ovino (si salva il Pecorino da grattugiare). E, ancora, tanti formaggi stagionati e freschi, comprese incluse mozzarelle. Poi lo Yogurt e il Burro. E la frutta congelata. E ancora carne di maialeProsciutti di maialeSpalle di maialeSalsicce di maialeFrattaglie di maiale e, in generale, sui preparati di carne suina. E ancora Cozze, Vongole e Molluschi. E ancora Ciliegie, Pesche, Arance, Mandarini,  Clementine, Limoni, Pere. E ancora Gelatine di Ribes e i Frutti di bosco, Succhi di Pera e di Prugna, Liquori e Amari.

Ennesima dimostrazione che i presidenti americani tutelano gli interessi dell’America 

Sì, una bella fregatura che il presidente USA ‘amico’, il democratico Biden, avrebbe dovuto ‘cassare’. Così almeno pensavano in Europa. Ma che, almeno per ora, rimane. “Biden è stato descritto come ‘L’amico dell’Europa’ – scrive scenarieconomici.it – come una nuova era dopo la presidenza del ‘Pazzo’ Trump che aveva imposto i dazi all’alleata Unione Europea per la vicenda degli aiuti di stato ad Airbus. Cosa fa il nuovo presidente ? Conferma i dazi ad Airbus. Allora Biden, alla fine, non è poi così diverso da Trump”. Non è diverso perché un presidente americano, per definizione, fa gli interessi dell’America. Non come l’Unione europea che fa gli interessi della Germania e, in seconda battuta, dell’Europa del Nord. Rifilando all’Europa mediterranea il CETA, il grano canadese e l’olio d’oliva tunisino!

In questo momento ci sembra impossibile che gli USA tolgano i dazi doganali all’Europa

E l’Europa che fa? “Valdis Dombrovskis, commissario UE anche al commercio, appoggiato da Macron – leggiamo sempre su scenarieconomici.it – sta cercando di arrivare a una soluzione attraverso una trattativa, mediata, ma questo rivela tutta la debolezza dell’Unione: con un surplus commerciale enorme e crescente non si può fare una guerra commerciale, perché questa sarebbe immediatamente perdente”. E qui casca l’asino dell’Unione europea dell’euro, anzi, i simpatici e geniali ‘asini’ che la controllano. Perché impostare un sistema economico sui crismi del liberismo economico – export in primo luogo – quando il mercato americano, il più importante mercato per tanti prodotti europei – dava già segni di ‘stanchezza’ ancor prima che Trump appioppasse i dazi doganali era già un errore. Figuriamoci con la conferma dei dazi e con il Covid che non incoraggia certi i consumi. Verranno tolti i dazi doganali americani? Ricordiamoci che ormai il sistema economico statunitense si è assestato. Togliere i dazi doganali significherebbe mettere in difficoltà tante aziende americane. Non crediamo che in questo momento l’America lo farà. Anzi.

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti