Sbarcati a Trapani 50 migranti arrivati da Pantelleria con la nave di linea Paolo Veronese

Sbarcati a Trapani 50 migranti arrivati da Pantelleria con la nave di linea Paolo Veronese
16 ottobre 2020

E siamo a 200 circa in un giorno, se consideriamo i 150 migranti che sono arrivati stamattina a Porto Empedocle con la nave di linea Sansovino. Insomma la pandemia non ferma gli intrepidi organizzatori del business migranti. Complimenti al presidente della Regione, Nello Musumeci, per la puntualità con la quale informa i siciliani ai quali propina le mascherine…

In Sicilia mentre il Governo regionale di Nello Musumeci istituisce tre zone rosse per fronteggiare l’emergenza Coronavirus (Sambuca di Sicilia, Mezzojuso e Galati Mamertino), in Tunisia non si ferma il ‘business’ dei migranti. Questi ultimi, dopo aver ‘conquistato’ Lampedusa, da qualche tempo si sono diretti a Pantelleria, dove scorrazzano alla grande. E proprio stasera, a Trapani, sono arrivati circa 50 migranti da Pantelleria. Hanno viaggiato sulla nave di linea Paolo Veronese, il mezzo di trasporto via mare che collega Pantelleria con Trapani.

Riassumendo: stamattina 150 migranti sono arrivati a Porto Empedocle da Lampedusa con la nave di linea Sansovino; e stasera altri 50 migranti con la nave di linea Paolo Veronese.

Ne dobbiamo dedurre che ci sono sì le zone rosse, che il Governo regionale è tutto ‘cassariato’ per l’aumento dei contagi, che noi dobbiamo indossare le mascherine perché sennò ci multano; se i contagi aumenteranno, aumenteranno anche le chiusure: insomma, è emergenza siciliana, italiana e planetaria: ma il traffico di migranti non si interrompe!

E non si interrompono gli sbarchi in Sicilia. Con la ‘news’ di Pantelleria. Dove, nei giorni scorsi, i migranti li cercavano con gli elicotteri!

Da Pantelleria, stasera, 50 migranti sono arrivati a Trapani. Dovrebbero essere tunisini: così almeno ci dicono i nostri informatori di Pantelleria che, comunque, non hanno notizie precise. Perché l’ordine – visto che la pandemia di Coronavirus impazza – è di tenere la guardia bassa.

Infatti, se ci fate caso, non parla più il sindaco di Lampedusa, non parla più il presidente della Regione e niente si sa dei migranti che sbarcano a Pantelleria (a parte gli elicotteri…).

Detto questo, cari lettori de I Nuovi Vespri, queste notizie teniamocele per noi: non lo diciamo in giro, perché se cominciamo a parlare di questa storia, beh, arriva la televisione e comincia a dire che, mentre in Sicilia i contagi aumentano per ‘colpa’ dei siciliani che non indossano la mascherina, i migranti viaggiano da Lampedusa a Porto Empedocle e da Pantelleria a Trapani nelle navi di linea insieme con i militari che li accompagnano, con l’equipaggio delle navi e, naturalmente, con i normali passeggeri…

Tutti con la mascherina, per carità. Che dite? Ci sono assembramenti sulle navi? E allora? Gli assembramenti sono vietati nei pub, nei bar, nelle movide, le navi sono un’altra cosa…

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti