Marrobbio nel porto turistico di Agrigento: gorghi impressionanti! (VIDEO)

Marrobbio nel porto turistico di Agrigento: gorghi impressionanti! (VIDEO)
19 maggio 2020

Veramente impressionante il video dell’Associazione Mareamico di Agrigento. Si vede il mare che si ritira verso il largo, il fondale del porto che si abbassa nel giro di pochi minuti di almeno un metro, facendo emergere gli scogli. Gorghi impressionanti. Che succede? Dicono Marrobbio. O forse la natura che si ribella alla dabbenaggine umana… 

Ieri a San Leone, frazione balneare di Agrigento, dentro il porticciolo turistico si è verificato uno strano fenomeno: le acque sono state come ‘aspirate’ verso il mare aperto. Ben presto il livello delle acque all’interno del porto si è abbassato di circa 1 metro rispetto al normale livello, rendendo visibili scogli che normalmente appaiono sommersi e si sono visti diversi gorghi d’acqua impressionanti”.

Lo scrive e lo documenta con un VIDEO l’Associazione Mareamico di Agrigento.

“E’ la prima volta che questo fenomeno si registra ad Agrigento e secondo l’associazione Mareamico, questa repentina, imprevedibile e sensibile variazione del livello del mare potrebbe trattarsi di Marrobbio”.

Da quello che si conosce, il marrobbio o marrùbbio è una repentina ed imprevedibile variazione del livello dell’acqua. Gli innalzamenti e gli abbassamenti possono creare onde alte oltre il metro e mezzo. Si tratta di un fenomeno dovuto probabilmente al veloce cambiamento di vento, in particolare, dallo scirocco al maestrale o a variazioni della pressione atmosferica.

Nel Maggio del 2017 un fatto del genere si è verificato a Lampedusa, dove i danni sono stati ingenti.  

QUI IL VIDEO CON I GORGHI

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti