5G a Palermo: Sabrina Figuccia presenta un’interrogazione al sindaco Orlando e una richiesta di accesso agli atti

5G a Palermo: Sabrina Figuccia presenta un’interrogazione al sindaco Orlando e una richiesta di accesso agli atti
4 maggio 2020

5G a Palermo: si comincia a fare sul serio. Il Comune di Palermo, senza informare il Consiglio comunale, ha cominciato a piazzare le antenne del 5G che oltre 200 città italiana hanno respinto dopo le proteste dei cittadini. Ma fa sul serio anche la consigliera comunale Sabrina Figuccia che ha presentato un’interrogazione e una richiesta di accesso agli atti  

L’ha detto e l’ha fatto. Sabrina Figuccia, consigliera comunale dell’UDC, ha detto che avrebbe presentato al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, un’interrogazione con richiesta di risposta scritta sul 5G e una richiesta di accesso agli atti. E ha mantenuto l’impegno.

Cominciamo con l’interrogazione.

Oggetto: Interrogazione con richiesta di risposta scritta sulle antenne telefoniche del 5G.

“Considerato che ad oggi i sindaci italiani che hanno detto in maniera chiara no alla tecnologia per le comunicazioni telefoniche denominata ‘5G’ sono ben 229, da Nord a Sud;

che anche in Sicilia i Comuni contrari sono parecchi, da Siracua a Messina, passando per Rosolini e Cefalù (qui l’elenco dei Comuni siciliani che hanno detto no al 5G ndr);

che il Codacons ha presentato una denuncia presso tutte le procura della Repubblica della Sicilia;

che in città sono già stata installate le prime antenne come, ad esempio, in via Lombardia, via Veneto, via Lo Jacono, via Principe di Belmonte, al Politeama e nel rione del Capo;

si interroga la signoria vostra per sapere:

come mail il tema della tecnologia 5G non è approdato in Consiglio comunale?

come mai non è stata informata adeguatamente la cittadinanza palermitana di queste prime installazioni delle antenne?”.

Come già accennato, Sabrina Figuccia ha presentato anche una richiesta di accesso agli atti all’assessorato comunale all’Innovazione e alla Sispi, una società comunale.

“Con la presente – scrive Sabrina Figuccia – si richiedono tutti gli atti relativi all’installazione in alcune via cittadine delle antenne telefoniche per la tecnologia 5G”.

La nostra domanda è: su un argomento così importante, che tocca da vicino la vita dei cittadini, non si dovrebbe pronunciare il Consiglio comunale? Può la Giunta comunale ignorare il Consiglio comunale? Le competenze, su tale argomento, di chi sono?

Sappiamo che si sta muovendo anche Giulia Argiroffi. E gli altri consiglieri comunali cosa fanno? Tutti zitti?

Foto tratta da L’Opinione della Sicilia

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti