Ventimila kg di limoni turchi sequestrati a Siracusa: a quanto pare sono immangiabili!

Ventimila kg di limoni turchi sequestrati a Siracusa: a quanto pare sono immangiabili!
16 gennaio 2020

Resta da capire il perché la provincia siciliana nella quale si producono i limoni considerati tra i migliori del mondo importi limoni dall’estero! Peraltro limoni di pessima qualità. Quanto alla Turchia – zona da dove sono arrivati i limoni sequestrati – se vuole ‘conquistare’ il Mediterraneo deve sistemare un po’ la propria limonicoltura…  

“Operazione congiunta dell’Ispettorato centrale per la qualità e la repressione delle frodi agroalimentari della sede distaccata di Catania e del Corpo forestale della Regione siciliana. Nel corso del controllo svolto presso un’azienda importatrice di prodotti ortofrutticoli di Siracusa sono stati sequestrati oltre ventimila chili di limoni varietà Meyer di provenienza Turca”.

La notizia la riposta il sito della Regione siciliana. E’ il secondo sequestro di limoni che si registra a Siracusa nel giro di tre mesi. La cosa che ci colpisce è il paradosso: in questa provincia si producono i migliori limoni del mondo e si importano limoni di qualità non eccelsa.

Forse gli abitanti di Siracusa e, in generale, di questa provincia non meritano di portare sulle proprie tavole i meravigliosi limoni prodotti da queste parti?

“Il provvedimento – leggiamo sempre sul sito della Regione siciliana – si è reso necessario in quanto gli stessi agrumi non presentavano le caratteristiche idonee all’immissione al consumo, come stabilite dalla normativa comunitaria prevista dal regolamento Ue 543/2011. Il prodotto sequestrato sarà obbligatoriamente avviato alla distruzione”.

Per la cronaca, nel passato non sono mancate segnalazioni negative sui limoni della Turchia. 

“Nel nuovo anno – leggiamo ancora nel sito della Regione siciliana – si procederà alla intensificazione dei controlli congiunti tra Icqrf Sicilia e Corpo forestale della Regione siciliana per contrastare le forme illegali di commercializzazione, con particolare riguardo alle merci agroalimentari importate e spacciate come italiane a difesa sia delle produzioni nazionali – ivi compresi i prodotti di qualità Dop, Igp e biologici – sia della sicurezza alimentare per i consumatori”.

Che dire? Se la Turchia vuole ‘conquistare’ il Mediterraneo – visto che sta già cominciando con la Libia – deve aggiustare un po’ la produzione di linoni…

Foto tratta dal sito ufficiale della Regione siciliana  

QUI L’ARTICOLO DEL SITO UFFICIALE DELLA REGIONE SICILIANA

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti