Brutte notizie per grillini e PD: domani Potere al Popolo sarà presente alla manifestazione NO TAV

Brutte notizie per grillini e PD: domani Potere al Popolo sarà presente alla manifestazione NO TAV
26 luglio 2019

Alla manifestazione di domani dei NO TAV sanno presenti i rappresentanti di Potere al Popolo. Per il PD si profila un avversario insidioso a sinistra. Lo stesso discorso vale per il Movimento 5 Stelle che, al di là della sceneggiata di Luigi Di Maio, che finge di essere contrario alla TAV, si ritrova in un Governo che, con Conte, ha detto sì all’Alta velocità ferroviaria. Dubitiamo che i grillini, domani, si presenteranno alla manifestazione NO TAV, visto che si sono allineati al PD, alla Lega e a Forza Italia sotto il segno della UE…  

Pessime notizie per il Movimento 5 Stelle e per il PD. Domani, alla manifestazione dei NO TAV, saranno presenti i rappresentanti di Potere al Popolo, la formazione politica di sinistra che sta provando a strutturarsi, nonostante i tentativi di sabotaggio portati avanti dai servi sciocchi del Partito Democratico.

E’ noto che Potere al Popolo non ha presentato liste alle elezioni europee perché una legge elettorale truffaldina e antidemocratica impone la raccolta di un numero impossibile di firme o il ricorso a sotterfugi non meno truffaldini della legge elettorale.

Ma Potere al Popolo esiste e si va strutturando. Ha messo alla porta i sabotatori e si va organizzando come vera e reale forza di sinistra: quella sinistra che il Partito Democratico non rappresenta più e che i grillini hanno solo finto di rappresentare, se è vero che ormai si sono consegnati, mani e piedi, all’Unione Europea dell’euro.

Il sì del presidente del Consiglio, Conte, alla TAV è l’ennesimo ‘inchino’ del Movimento 5 Stelle alla UE, grande sponsor dell’Alta velocità.

La manifestazione dei NO TAV di domani è molto importante: molto probabilmente, dopo vent’anni di lotte contro un’opera pubblica inutile e dannosa per l’ambiente e anche per la salute delle persone, domani si darà il via a una nuova stagione di lotte, anche dure.

Interessante ci sempre un articolo pubblicato dal giornale comunista on line Contropiano. Che annuncia la partecipazione di Potere al Popolo di domani e attacca frontalmente la TAV, definita “l’ennesima mistificazione dietro la quale nascondersi per continuare un’opera che non è motivata da un bisogno reale di trasporto, ma che devasta un ampia regione, lasciando gli abitanti a pagarne sia i costi ambientali, finanziari e sociali”.

“I 270 km di traffico su ferro – prosegue l’articolo del giornale comunista –  giustificato per il suo minore impatto sul clima rispetto a quello su gomma, comprende la realizzazione di ben oltre 160 km di gallerie con un consumo energetico e di materiali che richiederebbe secoli per essere compensato. A questo si aggiungono gli impatti negativi sulla salute degli abitanti, e siamo ancora lontani dal completamento, dovuto ai lavori di cantiere e alle possibili interferenze con formazioni amiantifere e uranifere. Senza poi contare la distruzione e cementificazione di territori naturali”.

Il riferimento è soprattutto all’amianto che, una volta portato nell’aria con gli scavi delle gallerie, si diffonderebbe in tutto il territorio, con possibili problemi sanitari, anche gravi. Quanto sia pericoloso l’amianto I Nuovi Vespri l’hanno documentato per le scuole della Sicilia. Ma anche con riferimento agli aliscafi in servizio nella nostra Isola.

Danni all’ambiente e alla salute alla salute. Ma anche grandi affari:

“Quest’opera – si legge sempre nel giornale dei comunisti – serve solo a trasferire finanziamenti pubblici a gruppi finanziari privati, ad alimentare appalti opachi e aperti ad ogni possibile infiltrazione del crimine organizzato e infine a camuffare con una maschera di modernità il ceto politico”.

Quindi l’attacco al Movimento 5 Stelle:

“I 5 Stelle, che hanno fondato la loro campagna elettorale sull’ambientalismo, hanno sì manifestato il loro malcontento a parole, ma di fatto continuano a condividere opportunisticamente la politica devastatrice del governo”. Chiaro il riferimento alla sceneggiata tra Conte che dice sì alla TAV e Di Maio che, a parole, dice di essere contrario tenendosi, però, la poltrona di vice presidente del Consiglio. Una farsa.

“Sono oltre vent’anni – si legge sempre su Contropiano – che il Movimento No TAV si adopera incessantemente per fermare quest’opera e far comprendere al pubblico i beceri affari che sia i rappresentati politici che quelli del partito del cemento e del tondino, nazionali e internazionali, si stanno facendo sulla pelle delle comunità locali e dei cittadini europei, che si vedono sperperare le risorse pubbliche in faraoniche opere inutile e dannose. Potere al Popolo è e sarà sempre con i No Tav, a difesa dei territori, dell’ambiente e della redistribuzione della ricchezza e delle risorse, che invece le grandi opere inutili continuano a distribuire malamente: i benefici a una manciata di potenti e i costi economici e ambientali agli abitanti. Tutti in Val di Susa sabato 27 luglio per la manifestazione in occasione del campeggio dell’Alta Felicità”.

QUI L’ARTICOLO DI CONTROPIANO GIORNALE COMUNISTA ON LINE

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti