Salvare la Terra da profitto e stupidità: giovani studenti in piazza per il clima in tutto il mondo

Salvare la Terra da profitto e stupidità: giovani studenti in piazza per il clima in tutto il mondo
15 marzo 2019

E manifestazioni anche in Sicilia: a Palermo, a Catania, a Enna, a Messina, a Capo d’Orlando, a Caltanissetta, ad Agrigento, a Ragusa, a Scicli, a Siracusa, a Corleone. Il “Global strike for future” – questo il nome della manifestazione – nasce dall’esempio di Greta Thunberg, la ragazza svedese di 16 anni che, dal 20 agosto dello scorso anno, ogni venerdì, si presenta davanti al Parlamento di Stoccolma per sensibilizzare il suo Paese e il mondo contro “l’indifferenza della politica sulle mutazioni che stanno stravolgendo l’ecosistema terrestre”. Gli interventi di Vincenzo Figuccia e Filippo Occhipinti

Anche la Sicilia ha risposto al Global strike for futurela manifestazione internazionale nata grazie all’esempio di Greta Thunberg, la ragazza svedese 16 anni che, dal 20 agosto dello scorso anno, ogni venerdì, si presenta davanti al Parlamento di Stoccolma per sensibilizzare il suo Paese e il mondo contro “l’indifferenza della politica sulle mutazioni che stanno stravolgendo l’ecosistema terrestre”.

Sono i giovani studenti a fare quello che la politica dei ‘grandi’ non fa: e cioè provare a sensibilizzare i governanti sui temi legati alla tutela dell’ambiente.

Manifestazioni in Sicilia, oggi a Palermo, a Catania, a Enna, a Messina, a Capo d’Orlando, a Caltanissetta, ad Agrigento, a Ragusa, a Scicli, a Siracusa, a Corleone. Tanti, tantissimi giovani con gli striscioni e con tanta voglia di partecipare alla vita sociale.

I ragazzi si stanno svegliando? Per la Sicilia – una terra avvelenata da prodotti agricoli che arrivano da mezzo mondo – potrebbe essere l’occasione per coinvolgere i ragazzi sui temi dell’agricoltura: perché senza un’agricoltura sana, legata al territorio e alla salvaguardia degli equilibri ecologici, non ci può essere futuro.

I Nuovi Vespri, da quando è in rete, combatte una difficilissima battaglia per la tutela dell’ambiente: sono centinaia gli articoli di denuncia sulla gestione dissennata dei rifiuti e in difesa dell’agricoltura e degli agricoltori.

E la politica siciliana? Il parlamentare regionale di Cambiamo la Sicilia, Vincenzo Figuccia, ha preso parte alla manifestazione. E in un comunicato spiega:

“Venerdì per il futuro: migliaia di studenti in Sicilia e nel mondo per chiedere ai governi un’inversione di tendenza sulle scelte politiche che stanno danneggiando irrimediabilmente il pianeta, portando cambiamenti climatici e riscaldamento globale. Ispiratrice dell’iniziativa sono state le proteste di Eleonora Greta Thunberg Ernman, studentessa e attivista svedese per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico, divenuta un simbolo del movimento ambientalista mondiale, tant’è vero che in queste ore la stessa Eleonora è stata proposta per il premio Nobel della pace”.

“Ho voluto fortemente essere accanto agli studenti in piazza che oggi hanno dato prova di maturità – prosegue Figuccia – rivendicando istanze legittime, al fine di salvare un futuro che le scelte fatte in passato hanno compromesso”.

“La storia ingloriosa – scrive il parlamentare regionale – inizia da quando l’uomo ha creduto di potere impunemente violare, alterandolo, l’ambiente naturale, per renderlo più a misura dell’uomo. Per puntare su un maggiore benessere materiale, sfruttando spesso a fini impropri i progressi della scienza e della tecnologia. Quello che si è compiuto è un vero e proprio attacco sconsiderato della natura, per dei vantaggi che sono effimeri ed illusori, a cui oggi la consapevolezza collettiva ecologica delle giovani generazioni cerca di porre un freno, facendo sentire la loro voce di condanna nei confronti delle democrazie occidentali opulente, incapaci di fare scelte lungimiranti nella prospettiva di cambiare il futuro dell’umanità”.

“Il Mare della Sicilia, per fare un esempio – prosegue Figuccia – è invaso ogni giorno da rifiuti di ogni tipo che ne stanno modificando l’habitat originario, mettendo a repentaglio la vita degli esseri viventi che ne fanno parte. L’auspicio è quello che sempre un maggior numero di cittadini – conclude il parlamentare – senta la questione dell’inquinamento globale come un problema primario, come un problema esistenziale, che riguarda la stessa vita del pianeta e quindi di coloro che lo abitano e di coloro che verranno dopo di noi”.

Per la Federazione dei Verdi di Palermo parla Filippo Occhipinti:

“Il pianeta sta morendo nell’indifferenza, il suo killer è l’uomo e il profitto di pochi! Meno male che i ragazzi sono più consapevoli e dimostrano più maturità degli adulti e dei politici. Forza ragazzi! La Federazione dei Verdi Sicilia è con Voi. La vostra è Politica e di livello. Un mondo migliore passa anche da questo impegno, continuiamo in questa giusta battaglia. Diffondiamo e difendiamo la cultura e il rispetto per l’ambiente che non è mai abbastanza”.

E parlando di Palermo, città dove il rispetto per l’ambiente viene calpestato ogni giorno da una disastrosa gestione dei rifiuti, dove nel nome degli appalti sono stati abbattuti migliaia di alberi, dove la speculazione edilizia non si è mai fermata, nel passato sotto il segno della mafia, oggi sotto il segno dell’antimafia, Occhipinti aggiunge:

“Palermo ha bisogno di una nuova mentalità, oggi si comprano autobus a combustione e non elettrici, il futuro. A tal proposito chiediamo al Sindaco Leoluca Orlando di trovare risorse per incentivare l’elettrico, pubblico e privato, e l’uso delle biciclette. Conviene! In salute per i palermitani che in termini di risparmio energetico e creazione di posti di lavoro sul territorio.
Viviamo in una città splendida, in un territorio dalle potenzialità enormi proprio per l’ambiente e non solo per la cultura. Palermo, la Sicilia, devono accogliere la sfida e cambiare rapidamente il passo, noi Verdi siamo pronti al cambiamento”.

Foto tratta da agoramagazine.it

TUTELARE LA TERRA SIGNIFICA ANCHE ELIMINARE DALLA NOSTRA DIETA I VELENI: A COMINCIARE DAL GRANO CATTIVO

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti