Gli affari del mare 13/ Alla Liberty lines si deportano i dipendenti scomodi?

Gli affari del mare 13/ Alla Liberty lines si deportano i dipendenti scomodi?
9 luglio 2018

Cosa fa il commissario nominato dal Tribunale di Palermo? E cosa fa la Regione che foraggia questo settore? Due casi in meno di 72 ore.  Due dipendenti trasferiti perché denunciano turni estenuanti…

Due casi in meno di 72 ore. Due dipendenti della Liberty Lines, compagnia di navigazione oggi commissariata in seguito all’inchiesta ‘Mare Mostrum’ – quell’inchiesta definita dagli stessi Pm un vero e proprio “romanzo della corruzione” (sotto in allegato alcuni articoli sul tema) – trasferiti da un servizio ad un altro in un fiat.

Ad accomunarli l’attività sindacale nel nome e per conto dell’O.R.S.A. (Organizzazione sindacati autonomi di base), sindacato in prima linea nelle denunce di abusi e soprusi.  E non  sembra davvero una coincidenza. Tant’è  che si sta passando alle denunce su carta bollata e si parla apertamente di “ritorsione” contro chi aveva denunciato estenuanti turni di lavoro che, oltre ad essere in contrasto con le leggi vigenti, pongono anche una questione di sicurezza per chi viaggia.

Intanto, due lettere indirizzate alla Capitaneria di Porto di Milazzo. La prima:

 “Oggetto: Trasbordo dirigente sindacale Bartolo Sbollaaltalamacchia 
La scrivente O.S. O.R.S.A Marittimi con la presente comunica alla capitaneria di
porto di Milazzo e Lipari che Bartolo Saltalamacchia è un nostro dirigente sindacale, e
teniamo a precisare che non è previsto il trasbordo. 
Quello che non riusciamo a capire che un rappresentante sindacale denuncia alle autorità
di vigilanza la violazione della legge 271/108 orario di lavoro.
La società Liberty Lines per ritorsione lo vuole trasbordare su un’altra unità, facendo
intendere di avere risolto il problema .
La denuncia in capitaneria di porto non e per una singola persona ma per tutti i
lavoratori che effettuano orari di lavoro fuori normativa .
Vi facciamo presente che già in passato l’Italia e stata inflazionata dalla Comunità
Europea, ILO, su nostra segnalazione in merito agli orari di lavoro.
Se dovesse accadere è un comportamento antisindacale art.28.
Saremo costretti ad allertare i nostri uffici legali.
Si resta in attesa di riscontro alla presente”. 

La seconda: 

“La scrivente O.S. O.R.S.A Marittimi con la presente comunica alla società Liberty
Lines.
Che Vincenzo Intravaia è un dirigente sindacale Or.s.a marittimi, vi teniamo a precisare
che non è previsto il trasbordo, se dovesse accadere è un comportamento antisindacale
art.28. saremo costretti ad allertare i nostri uffici legali.
Si resta in attesa di riscontro alla presente”. 

Le nostre domande:

  1. Stiamo parlando di una società commissariata. C’è un commissario nominato dal Tribunale di Palermo che dovrebbe, tra le altre cose, assicurare il rispetto della legalità. E’ al corrente di queste denunce?
  2. Stiamo parlando della società che- in maniera molto controversa- si è aggiudicata una bando regionale ultra-milionario per i collegamenti con e tra le isole minori. La Regione resta il committente. Che, in quanto tale, ha il dovere di vigilare sul rispetto del contratto e delle leggi da parte della società. Che si fa, si dorme negli uffici regionali? O ci sono ancora troppi amici degli armatori nei palazzi del potere?

 

sul tema:

Gli affari del mare 12/ Fazio davanti al giudice: “Era al soldo dei Morace”

Gli affari del mare 10/Il ministero lascia a secco la Siremar…

Gli affari del mare 5/ Interrogazione parlamentare sulla Siremar e sui bandi per i trasporti

Gli affari del mare 4/ L’Antitrust e la Sicilia: una volta sì, una volta no…

Gli affari del mare 3/Nuovi dubbi sul bando per i collegamenti con Egadi e Eolie

Lo scandalo di aliscafi & traghetti 1: i retroscena milionari dell’accoppiata Morace-Franza

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti