Gli affari del mare 8/Sequestro di beni per la Liberty Lines di Vittorio Morace

Gli affari del mare 8/Sequestro di beni per la Liberty Lines di Vittorio Morace
15 febbraio 2018

I magistrati parlano di un patto corruttivo che avrebbe portato al confezionamento di bandi di gara per l’affidamento del servizio di collegamento marittimo tra la Sicilia e le isole minori “secondo modalità collimanti con gli interessi della compagnia di navigazione”. Le domande restano sempre quelle: cosa intende fare il Governo Musumeci? Cosa intende fare l’ANAC, l’Autorità nazionale anticorruzione? Possibile che ancora una volta tutto venga lasciato sulle spalle dei magistrati?

“I Carabinieri di Palermo e di Trapani hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni, per un valore complessivo di oltre 10 milioni di euro (10.108.444,65 euro) a carico di Vittorio Morace, socio di maggioranza della “Liberty Lines s.p.a.” e presidente della società sportiva “Trapani Calcio s.r.l.”.

E’ quanto scrive l’agenzia di stampa Italpress che spiega:

“Il provvedimento scaturisce dall’operazione del 19 maggio 2017 in cui secondo gli inquirenti Morace, all’epoca dei fatti presidente pro tempore della società di navigazione “Ustica Lines s.p.a.”, aveva stretto un patto corruttivo con Salvatrice Severino, dirigente pro tempore dell’Assessorato ai Trasporti della Regione siciliana. L’accordo in questione avrebbe portato la dirigente a predisporre e confezionare bandi di gara per l’affidamento quinquennale del servizio di collegamento marittimo con mezzi veloci tra la Sicilia e le isole minori, secondo modalità collimanti con gli interessi della compagnia di navigazione. La dirigente avrebbe erogato in favore di “Ustica Lines s.p.a.” i 10 milioni di euro a titolo di compensazioni finanziarie per prestazioni di trasporto marittimo mai rese dalla società. A fronte di ciò la dirigente avrebbe, in cambio, ricevuto beni di lusso e ottenuto l’assunzione della figlia”.

“Il Tribunale di Palermo ha disposto il sequestro preventivo dei beni mobili, mobili registrati e immobili, nonche’ delle quote azionarie e dei rapporti bancari riconducibili al Vittorio Morace. In particolare il provvedimento ha riguardato: quote dal valore nominale di 10.037.506,05 euro, pari al 97,17 % della società “Liberty Lines s.p.a.”.

Il contesto in cui si inserisce questo sequestro è – va da sè – l’inchiesta Mare Mostrum che ha consentito agli inquirenti di svelare la trama di “un vero e proprio romanzo della corruzione” che coinvolge, in maniera diretta e/o indiretta politici e gruppi imprenditoriali. Sullo sfondo una marea di soldi pubblici destinati ai collegamenti una marittimi con le isole minori e, evidentemente, gestiti in maniera ‘allegra’.

All’argomento – si tratta di una delle inchieste più pesanti degli ultimi anni proprio perchè va a toccare quell’intreccio perverso tra affaristi e politica – abbiamo dedicato un nutrito approfondimento: qui sotto in allegato trovate gli articoli sul tema.

Le domande restano sempre quelle:

  • Cosa intende fare il Governo Musumeci per prendere le distanze da queste ormai sempre piu evidenti distorsioni che gravano sulle casse pubbliche? Sappiamo che l’Antitrust, piuttosto furbescamente, ha scaricato ogni responsabilità sulla Regione.
  • Cosa intende fare l’ANAC, l’Autorità nazionale anticorruzione?
  • Possibile che ancora una volta tutto venga lasciato sulle spalle dei magistrati?

Gli affari del mare 7/ Commissariamento in vista per l’appalto della Liberty Lines?

Gli affari del mare 6/ L’Antitrust accusa la Regione e si autoassolve…

Gli affari del mare 5/ Interrogazione parlamentare sulla Siremar e sui bandi per i trasporti

Gli affari del mare 4/ L’Antitrust e la Sicilia: una volta sì, una volta no…

Gli affari del mare 3/Nuovi dubbi sul bando per i collegamenti con Egadi e Eolie

Gli affari del mare 2/ L’eterno ritorno delle stesse facce…

Lo scandalo di aliscafi & traghetti 1: i retroscena milionari dell’accoppiata Morace-Franza

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti