Muos, nessun nuovo sequestro: si festeggia l’anniversario di quello dell’anno scorso

Muos, nessun nuovo sequestro: si festeggia l’anniversario di quello dell’anno scorso
2 aprile 2016

In queste ore si sta diffondendo la notizia di un nuovo sequestro del Muos di Niscemi. E’ un equivoco. Si tratta, infatti, del sequestro dell’Aprile 2015 che i No Muos, ieri, hanno voluto ricordare e festeggiare

Qualche giornale online da ieri sta diffondendo la notizia di un nuovo sequestro del Muos di Niscemi. Si tratta di un equivoco. Il  sequestro risale all’Aprile del 2015 ed è sempre quello disposto dalla Procura di Caltagirone che ha posto i sigilli all’impianto perché abusivo, così come stabilito da Tar: «Ho fatto solo il mio dovere- commentava l’anno scorso il Procuratore, Giuseppe Verzera- Il Tar di Palermo, annullando le autorizzazioni, ha di fatto ritenuto abusiva la realizzazione di questo impianto ragion per cui di fronte a una struttura del tutto abusiva è stato da parte mia doveroso, anzi dovuto, chiedere al Gip il sequestro preventivo come era già stato fatto in passato».

Cosa è successo dunque ieri? I No Muos per festeggiare l’anniversario hanno fatto circolare di nuovo gli articoli che l’anno scorso avevano dato questa notizia. E qualche sito l’ha scambiata per nuova.

“Si tratta di un equivoco- dice ai Nuovivespri.it Rino Strano, medico, esponente del WWF e soprattutto nel gruppo dei tecnici che qualche settimana fa ha preso parte al test disposto dal Cga sul funzionamento del Muos- qualcuno ha confuso gli articoli che abbiamo messo in circolazione per ricordare l’anniversario del sequestro con notizie nuove”.

L’udienza del Cga è prevista entro queste mese. Già si annuncia una seduta movimentata perché il test di verifica si è rivelato farlocco: “Non abbiamo potuto verificare la potenza delle emissioni perché le parabole dell’impianto sono state accese al minimo. Ci aspettiamo che il Cga faccia il suo dovere riconoscendo che il test non è veritiero. In ogni caso, – conclude Strano- qualsiasi sia il pronunciamento del Cga sulle emissioni, il Muos resta abusivo come confermato anche dalla Cassazione”. 

Boom!! Raciti cita Pio La Torre e si dice autonomista: e il Muos? E gli scippi romani? Ma di che parla?

Si accende il Muos: quali precauzioni? Protestano anche gli studenti

Muos, c’è un giudice a Berlino: la Cassazione conferma il sequestro

Muos di Niscemi, C.G.A. o commando dello Stato?

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti