Sicilia, giovane avvocato gravissimo per una trombosi dopo la vaccinazione anti-Covid

Sicilia, giovane avvocato gravissimo per una trombosi dopo la vaccinazione anti-Covid
5 aprile 2021
  • Il giovane legale originario di Tusa è ricoverato al Policlinico di Messina 

E’ finito in ospedale a causa di una trombosi dopo qualche settimana l’inoculazione del vaccino anti-Covid

Un giovane avvocato di Tusa, provincia di Messina, è ricoverato in condizioni gravissime al Policlinico della Città dello Stretto. E’ successo una quindicina di giorni dopo aver fatto il vaccino anti-Covid. E’ noto che la vaccinazione ad avvocati e magistrati è stata interrotta. Ma ma il legale 45enne è stato vaccinato prima che la vaccinazione a queste due categorie venisse bloccata. La dinamica è simile a quella registrata in altri casi. “Era stato sottoposto al vaccino Astrazeneca nelle scorse settimane – leggiamo sul quotidiano La Sicilia – e dopo pochi giorni dalla somministrazione del siero ha cominciato ad accusare forti mal di testa. A Pasqua le sue condizioni si sono aggravate”. Ora è ricoverato al Policlinico di Messina in condizioni gravissime.

Che c’è da dire? Le ‘autorità’ ribadiscono che con questi vaccini anti-Covid “i benefici sono maggiori dei rischi”. Ma la vita di una persona non dovrebbe essere più importante dei “rischi”? E non sono diventati troppi questi ‘rischi’?

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti