Via Libertà: una voragine nel marciapiedi ‘inghiotte’ una bambina con la bicicletta/ PALERMO-CITTA’ 80

Via Libertà: una voragine nel marciapiedi ‘inghiotte’ una bambina con la bicicletta/ PALERMO-CITTA’ 80
15 marzo 2021
  • Consueto appuntamento con le segnalazioni dell’Associazione Comitati Civici di Palermo 
  • Per fortuna l’incidente si è risolto solo con piccole escoriazioni. Quanto deve durare ancora questa trappola?
  • I soliti scavi
  • Pista ciclabile di viale del Fante pericolosa
  • Via Lancia di Brolo, orrenda discarica 
  • Bandiere a brandelli
  • Belvedere di Monte Pellegrino, ringhiera ‘mangiata’ dalla ruggine

Per fortuna l’incidente si è risolto solo con piccole escoriazioni. Quanto deve durare ancora questa trappola?

Una bimba è volata dalla bici quasi sotto alla casa del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in Via Libertà, all’altezza del civico 70. Qui si trovava un’edicola, oggi dismessa, e la profonda voragine presente sul marciapiede è piena di rifiuti e pericolosi cocci di vetro, una vera trappola per i passanti. Le tante voragini presenti sui marciapiedi di viale Libertà in caso di pioggia diventano ancora più insidiose. Per fortuna l’incidente si è risolto solo con escoriazioni, ma la pericolosità del marciapiede, come di tantissimi altri della nostra città, è sotto gli occhi di tutti. Abbiamo segnalato periodicamente da almeno sei anni , tramite PEC ed e – mail, il dissesto, in particolare, di questo tratto ma senza alcun risultato. Chiediamo un urgente intervento di ripristino dei marciapiedi a tutela della pubblica incolumità dei cittadini per l’eliminazione delle condizioni di rischio di caduta.

 

 

 

 

I soliti scavi

Con la presente portiamo alla Vostra conoscenza, per gli urgenti interventi di competenza che ritenete utile adottare, che la Tim spa da oltre un anno ha realizzato degli scavi in via Giuseppe Garibaldi per la posa di sottoservizi ma, nonostante il tempo trascorso, almeno oltre un anno, a tutt’oggi non ha provveduto a ripristinare la carreggiata, a regola d’arte, con la posa del tappetino d’usura. Questi scavi sono diventati pericolosi per la sicurezza stradale per la presenza buche specialmente a ridosso ai tombini. Vi preghiamo cortesemente intervenire a salvaguardia della pubblica incolumità.

Pista ciclabile di viale del Fante pericolosa

Segnaliamo il pericolo della pista ciclabile del viale del Fante. I delimitatori, costituiti da blocchi gommati, sono in parte spostati fino all’interno della pista, e rendono pericoloso il transito dei ciclisti. Si richiede i loro ripristino a regola d’arte a salvaguardia della sicurezza stradale e della incolumità dei ciclisti e nel contempo una pulizia accurata della pista.

Via Lancia di Brolo, orrenda discarica 

Un’orrenda discarica davanti alla scuola di media “Peppino Impastato”, a due passi dalla via Lancia di Brolo, all’incrocio con la via Amerigo Vespucci, questa sta letteralmente assediando la scuola, con grave pericolo per passanti e automobilisti, ma soprattutto per gli alunni ed i genitori che li accompagnano. Pessimo il messaggio educativo per le future generazioni di cittadini.

Altro giro, altra discarica cittadina

Nonostante le precedenti richieste nulla a tutt’oggi è stato fatto per rendere vivibile questa piazza e la relativa villetta dove si trova il busto di Paolo Borsellino. La discarica ogni giorno aumenta di volume, i soliti delinquenti continuano indisturbati ad abbandonare ogni sorta di rifiuti anche pericolosi ed inquinanti. Se qualche incosciente dovesse dare fuoco, come è già successo in altre parti della città, andrebbe distrutta la palma col tronco in parte bruciato a causa di incendi succedutisi nel tempo. Chiediamo la bonifica del sito e la sorveglianza a distanza, al fine di stroncare questi gesti di inciviltà.

Bandiere a brandelli

Sulla facciata della scuola elementare “San Domenico Savio” ubicata nel quartiere di Pallavicino è issata sulla facciata la bandiera dell’Italia ridotta a brandelli. Non è accettabile che il simbolo del nostro Stato venga abbandonato dall’incuria e dall’indifferenza di chi è preposto nella gestione del decoro scolastico. Tanto segnaliamo per i necessari interventi.

Belvedere di Monte Pellegrino, ringhiera ‘mangiata’ dalla ruggine

Pericolo. Segnaliamo che la ringhiera del Belvedere di Monte Pellegrino, nei pressi della statua di Santa Rosalia, è danneggiata, corrosa dalla ruggine ed in parte staccata dai pali di ferro. Chiediamo che venga messa in sicurezza, a salvaguardia della pubblica incolumità, visto che si trova a ridosso di uno strapiombo e che si tratta di un sito visitato da turisti e cittadini palermitani

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti