Pino D’Angelo eletto vice presidente del GAL Centro Sud Meridionale (CSM)

Pino D’Angelo eletto vice presidente del GAL Centro Sud Meridionale (CSM)
20 febbraio 2021
  • Così ha deciso l’assemblea dello stesso GAL su input di Confimpresa Euromed
  • Tra gli obiettivi, il Piano di Azione Locale e per lo sviluppo dell’impresa e di chi vuole fare impresa

Così ha deciso l’assemblea dello stesso GAL su input di Confimpresa Euromed

Pino D’Angelo (nella foto il terzo da sinistra), tra i protagonisti del Movimento Terra è Vita, è stato eletto vice presidente del GAL Centro Sud Meridionale (CSM). Così ha deciso l’assemblea dello stesso Gruppo di Azione Locale che si è svolta ieri. d’Angelo è vicino a da Confimpresa Euromed. Imprenditore a tutto tondo (noi lo conosciamo come imprenditore agricolo), D’Angelo può contare su una grande esperienza. Da tempo si occupa di assistenza alle imprese, sviluppo locale, pubblica amministrazione. Nell’ambito del GAL CSM (uno dei due della provincia di Agrigento) può concorrere per aiutare le imprese e le amministrazioni a creare progetti di sviluppo, con l’obiettivo di attuare buone pratiche per programmare, favorire e incentivare la crescita economica nei territori rurali, attraverso l’impiego dei Fondi Strutturali Europei come il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale. Per la cronaca, i GAL sono raggruppamenti di partner pubblici e privati che rappresentano sia le popolazioni rurali, attraverso la presenza di enti pubblici territoriali (Comuni, Province e Comunità montane), sia le organizzazioni degli operatori economici presenti nel territorio.

Tra gli obiettivi, il Piano di Azione Locale e per lo sviluppo dell’impresa e di chi vuole fare impresa

“La natura del GAL – leggiamo in un comunicato di Euromed Confinpresa – è favorevole alla funzione svolta da D’Angelo, che da anni opera per favorire l’accesso al credito per le imprese. Siamo ceri che lavorerà con particolare impegno nella stesura del Piano di Azione Locale e per lo sviluppo dell’impresa e di chi vuole fare impresa. Si tratta del documento – che passerà al vaglio dell’Assemblea dei soci del GAL per l’approvazione – particolarmente significativo, perché si avvale dei fondi del Programma d’iniziativa comunitaria Leader, con il quale si individuano gli obiettivi per la sostenibilità del territorio e le singole azioni che i vari soggetti, pubblici e privati, dovranno realizzare per raggiungere gli obiettivi prefissati. Lo scopo è quello di ottenere un livello di qualità della vita crescente, dando impulso alla crescita del territorio. Le esperienze di Pino D’Angelo, da sempre caratterizzate da impegno per l’agricoltura naturalistica e di qualità, daranno forza all’azione del GAL. Il tutto nel quadro della programmazione negoziata che, declinata in modo specifico dai GAL e dai soggetti che ne fanno parte, come gli Enti Locali e gli altri portatori di interessi, risulterà centrale per perseguire gli obiettivi di sviluppo in maniera il più possibile coordinata e armonica”.

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti