Storia della ‘Nucleon’, l’automobile nucleare della Ford che avrebbe dovuto soppiantare le auto a benzina…

Storia della ‘Nucleon’, l’automobile nucleare della Ford che avrebbe dovuto soppiantare le auto a benzina…
16 febbraio 2021
  • Quando venne progettato questo modello l’energia nucleare non faceva paura… 
  • Era un’auto figli dell’ottimismo: non erano previsti incidenti…

di Nota Diplomatica

Quando venne progettato questo modello l’energia nucleare non faceva paura…

Le “concept car” sono i modelli sviluppati dalle case automobilistiche con lo scopo di sperimentare nuovi design “futuribili” per le loro vetture, veicoli perlopiù destinati alle fiere e le esposizioni del settore che non entrano quasi mai in produzione. È il caso della molto improbabile Ford “Nucleon” del 1957 raffigurata qui sopra, il primo e finora unico modello d’automobile ad avere come propulsore un reattore nucleare. E’ difficile ormai, a oltre sessant’anni di distanza, ricordare che c’è stata un’epoca in cui l’atomo e i reattori nucleari erano considerati la soluzione a tutti i nostri problemi energetici. La Nucleon – questo il nome dell’automobile progettatata nel 1957 – doveva avere come propulsore un mini-reattore a uranio arricchito, sul modello di quello utilizzato dal primo sottomarino atomico, l’USS Nautilus, varato dalla US Navy pochi anni prima, nel 1954, e rimasto in servizio fino al 1979. Come il reattore del Nautilus, il mini-reattore della Nucleon doveva sviluppare la forza propulsiva utilizzando il calore generato dalla fissione nucleare, trasformando l’acqua in circolo nel vapore per far girare una potente turbina: nel caso del sottomarino, trasferendo la forza motrice alle eliche, sull’auto invece alle ruote.

Era un’auto figlia dell’ottimismo: non erano previsti incidenti…

La trovata – così si pensava all’epoca – avrebbe reso di colpo obsoleta la benzina. Secondo il progetto, l’auto avrebbe dovuto avere un’autonomia di 5mila miglia (circa 8mila km) con un “pieno”. Esaurita la carica nucleare, sarebbe bastato passare una o due volte all’anno in una stazione di servizio per far estrarre e cambiare il piccolo reattore localizzato sotto la specie di “botola” che si vede sopra l’asse posteriore… Com’è forse evidente, gli ingegneri della Ford dovevano essere degli ottimisti. Non sembrano aver preso in considerazione i rischi di un eventuale incidente stradale nucleare. Comunque, dal punto di vista del design il 1957 non fu da buttare via. Nel Gennaio di quell’anno i primi Frisbee entrarono in produzione…

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti