“La peste” di Albert Camus per riflettere sull’animo umano in tempo di pandemia

“La peste” di Albert Camus per riflettere sull’animo umano in tempo di pandemia
5 dicembre 2020

Questa frase ci ricorda un po’ il momento che stiamo vivendo. Un’interminabile attesa, ovvero la speranza che la pandemia scompaia. Intanto l’amore, l’amicizia, la comprensione vengono sostituite da paura, indifferenza e noia 

“In verità, tutto per loro diventava presente; bisogna dirlo, la peste aveva tolto a tutti la facoltà dell’amore e anche dell’amicizia; l’amore, infatti, richiede un po’ di futuro, e per noi non c’erano più che attimi”.

Tratto da La peste di Albert Camus

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti