Covid-19, Andrea Crisanti: “Rimango senza parole quando sento parlare di sci con 600 morti al giorno”

Covid-19, Andrea Crisanti: “Rimango senza parole quando sento parlare di sci con 600 morti al giorno”
1 dicembre 2020

Il docente universitario di microbiologia, Andrea Crisanti, che ha risparmiato un sacco di guai al Veneto, si dichiara perplesso sulla riapertura degli impianti sciistici. Molto meglio tenerli chiusi e risarcire i titolati di queste attività economiche

difficile, se non impossibile, criticare Andrea Crisanti, il docente universitario di microbiologia che ha consentito al Veneto di ridurre i danni della pandemia di Coronavirus. Quando parla lo fa sempre a ragion veduta. E l’ha fatto anche in queste ore dai microfoni di Sky TG24.

Crisanti on si è smentito commentando la frenesia di riaprire gli impianti sciistici che si registra nel Nord Italia:

“Rimango senza parole quando sento parlare di sci con 600 morti al giorno: questo non è un Paese normale”, ha detto. E poi ha aggiunto:

“Ventimila contagi al giorno non ci possono far dire che siamo fuori dalla pandemia. C’è un calo, che però non è omogeneo tra tutte le regioni. La curva dei decessi è influenzata dall’andamento dell’epidemia di 3-4 settimane fa, quando c’era il picco di trasmissione”. Secondo Crisanti, “i dati non diminuiranno ancora prima di una decina di giorni”.

Chiusure e basta? No. “Penso che bisogna riconoscere che ci sono le persone che vivono di turismo – ha detto il docente universitario -. La cosa migliore è rimborsare queste persone, che non possono certo essere abbandonate. E’ normale che facciano pressioni, così come le hanno fatte gli industriali per non chiudere la Lombardia, così come i gestori delle discoteche. Bisogna neutralizzarla questa dinamica, bisogna rassicurarli che verranno rimborsati, che verranno ripagati del loro sacrificio”.

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti