I brogli nelle elezioni americane: parla l’ex Procuratrice federale, Sidney Powell

I brogli nelle elezioni americane: parla l’ex Procuratrice federale, Sidney Powell
17 novembre 2020

Via, come ci scrive una nostra lettrice, le televisioni italiane, oltre a continuare a dare Biden come il vincitore delle elezioni americane, hanno cominciato a prendere atto che, in effetti, la situazione è un po’ complicata perché Trump dice che le elezioni sono state truccate, aggiunge di avere vinto, lascia tutto in mano ai legali e gioca a golf…

I nostri lettori ci chiedono notizie sulle elezioni americane. Abbiamo cominciato questa avventura la notte delle elezioni e stiamo continuando a fornire un’informazione un po’ diversa.

Ci scrive una nostra lettrice:

“All’inizio mi sembravate un po’ matti: elezioni americane truccate? Via, non scherziamo! Che volete: la notizia mi sembrava inverosimile. Poi, però, sono intervenute due novità. Prima novità: sulla rete le denunce di Donald Trump, all’inizio ignorate, hanno cominciato a prendere piede. Seconda notizia: anche i TG italiani, piano piano, hanno dovuto prendere atto che sì, in effetti Trump denuncia brogli elettorali. Biden ha sempre vinto, però c’è anche un’ombra fastidiosa… Ecco, aspettiamo qualche cosa di interessante da voi”.

E noi qualcosa di interessante l’abbiamo trovato: un’intervista a Sidney Powell, ex Procuratrice generale, che si è aggiunta al gruppo di legali di Trump per contestare, denunciare e rendere pubblici i presunti brogli elettorali per far perdere le elezioni all’attuale presidente degli Stati Uniti.

Del gruppo di legali che lavorano a fianco di Trump fanno parte l’ex sindaco di New York, Rudy Giuliani, e altri noti avvocati: Joseph diGenova, Victoria Toensing e Jenna Ellis.

Nell’intervista Sidney Powell parla dei software Dominion/Smartmatic e di come sono stati utilizzati in modo fraudolento. E aggiunge che questi metodi truffaldini sono stati utilizzati per alterare le elezioni in altri Paesi del mondo. Si parla anche del ruolo di Paesi ostili, a cominciare dal Venezuela. E del coinvolgimento della CIA. E, ancora, dell’algoritmo esatto con cui le macchine hanno operato la frode in favore del candidato Dem, Joe Biden.

Secca e precisa l’affermazione dell’ex Procuratrice federale, Sidney Powell:

“Non sono solita pronunciare affermazioni senza disporre delle prove per sostenerne la veridicità”.

Ma adesso ascoltiamo le su parole:

QUI LA VIDEO INTERVISTA CON SIDNEY POWELL

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti