Angela da Mondello? Dice quello che Ue, Italia e Sicilia hanno fatto nella realtà

Angela da Mondello? Dice quello che Ue, Italia e Sicilia hanno fatto nella realtà
12 novembre 2020

Se non ricordiamo male, a Maggio, quando il COVID-19 ha allentato la presa tutta l’Unione europea si è sbracata. Non a caso, oggi, la Ue è nei casini da Coronavirus. Di fatto, la signora Angela da Mondello ha cantato e ballato ciò che Unione europea, Italia e Sicilia hanno realizzato nei fatti. Tascia è l’immondizia per le strade di Palermo

Ma alla fine così, per capire, cosa avrebbe fatto di male Angela da Mondello, al secolo “Uncinnè Coviddi, unicinnè”? Ha ballato a Mondello senza mascherina? Sarebbe questo il reato? Ieri alle 14 e 30 o giù di lì, intervistato da Radio Cusano Campus (una radio che noi ascoltiamo ogni giorno) il sindaco Leoluca Orlando ha detto che, se ci sarà un processo, il Comune di Palermo si costituirà parte civile. Quindi Angela da Mondello verrà processata? Possiamo o no essere perplessi?

Noi non siamo mai stati negazionisti: anzi. Da Giugno ad oggi non abbiamo fatto altro che criticare la folle gestione della pandemia da parte non soltanto della Sicilia, non soltanto dell’Italia, ma dell’Unione europea. Abbiamo scritto più volte – e in tempi non sospetti – che la riapertura delle scuole, nel pieno di una pandemia, è un errore.

Via, non possiamo essere messi tra coloro i quali dicono che “Coviddi, unicinnè”. Noi non abbiamo mai sottovalutato il COVID-19. Però quello che si è scatenato contro la signora Angela da Mondello ci sembra esagerato, molto esagerato! E da parte di chi, poi: da parte di quelle ‘autorità’ che, nei fatti, hanno ignorato la pandemia, applicando, nei fatti, la legge del Coviddi uncinnè?

Cerchiamo di essere seri: l’Unione europea cos’ha fatto per combattere la pandemia? I primi dello scorso Maggio, appena il virus ha allentato un po’ la presa, è iniziato lo sbracamento.

Pensate un po’ che dramma: l’Unione europea dell’euro, liberista fino al midollo, ha perso tre mesi di PIL: Marzo, Aprile e Maggio. Che cataclisma! I ‘cravattari’ di Bruxelles tutti preoccupati-angustiati-trafelati (a Catania, sintetizzando, direbbero ‘cassariati’): e ora che si fa?

Così, virus o non virus, hanno riaperto tutto: commerci, turismo e Schengen vari. Aerei pieni, treni pieni, navi piene, spiagge affollate. Per la Sicilia, poi, un premio speciale in più: Migrantolandia con prevalenza di made in Tunisia.

C’era o un c’era ‘u Coviddi a Giugno, a Luglio e ad Agosto nella grande Unione europea? Da metà Agosto in poi, in verità, qualche nuvola di ‘cassariamento’ è ricomparsa. Sapete come si dice vero? Austu e riustu su’ capi di ‘mmernu giustu. Insomma, ad Agosto il clima si spezza. E il virus è tornato piano piano.

Ma non è tornato di botto, il virus. E’ ricomparso ca minutidda: un po’ di qua, un po’ di là. Così in Francia, in Germania, in Belgio, in Olanda non ci hanno pensato poi tanto: vabbé qualche caso, vabbé che problema c’è, vabbé, vabbé, vabbé. Insomma, nell’Unione europea dell’euro, sino a Ferragosto Coviddi uncinnera. 

Insomma, tutta l’Estate l’Europa intelligente ha ballato come Angela ha continuato a ballare a Mondello fino a qualche giorno fa. Al sole di Settembre i segnali si andavano facendo più chiari: ‘u Coviddi c’era, minchia se c’era: ma come si fa a fermare l’economia di un’Europa unita costruita sul denaro e ancora denaro e sempre denaro?

Ottobre è il mese dei ripensamenti. Così recita una canzone. Sì, a Ottobre ‘u Coviddi tornò a muzzicari. Qualcuno, intanto, ha fatto la contravvenzione all’Unione europea dell’euro che a Giugno, a Luglio e ad Agosto non faceva altro che dire ai cittadini – con i fatti – che Coviddi uncinnera? Qualcuno processerà questa balorda Unione europea? Ci saranno costituzioni di parti civili?

E che dire dell’Italia? Non ha forse ballato tutta l’Estate con l’Unione europea? L’Estate italiana è passata con il Coviddi o senza Coviddi?

Parliamo della Regione siciliana? Parliamo dei trasporti pubblici in Sicilia durante l’Estate? Tutti i passeggeri incucchiati su aerei, navi, treni e bus? C’era o uncinnera Coviddi la scorsa Estate in Sicilia ‘ncapu l’aerei, ‘ncapu li navi, ‘ncapu li treni, ‘ncapu li autobus? C’era o uncinnera Coviddi ‘nta la spiaggia di la Plaia, unni ogni ghiornu s’arricampavanu cristiani a migghiaia, tutti ‘ncucchiati comu ‘i babbaluci? 

E del Comune di Palermo ne vogliamo parlare? Dice che ora c’è l’ordinanza c’amu a caminari tutti, unn’amu a firmari, perché a Palermo, dopo l’ordinanza del Comune cu si ferma è pirduto! Dice che a Mondello non si può più andare in spiaggia. Chi ci andrà verrà assicutato con l’elicottero come in Primavera?

Così, dopo tutto ‘sto casino che facciamo? Ce la prendiamo con Angela da Mondello? Processiamo e condanniamo una signora – della quale, piaccia o no, parlano tutti, compresi noi che siamo lontani anni luce dal Coviddi uncinnè e che abbiamo passato l’Estate con le mascherine – a assolviamo le ‘autorità’ che, a tutti i livelli, nei fatti, ci hanno condannato a quattro mesi di Coviddi uncinnè tra spiagge affollate, viaggi, turisti, crocieristi, migranti, trasporti a ruota libera e scuole aperte perché nelle scuole – parole dei governanti – Coviddi uncinnè? 

Coviddi uncinnè è tascio? E invece ‘a munnizza che da due anni ristagna nelle strade di Palermo è trandy?

A proposito di Palermo: ma nella ZTl ‘u Coviddi c’è o uncinnè? 

Foto tratta da SPY.it  

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti