Elezioni in America: intervista con un legale di Trump che svela retroscena su un algoritmo e sul sistema informatico che… (VIDEO)

Elezioni in America: intervista con un legale di Trump che svela retroscena su un algoritmo e sul sistema informatico che… (VIDEO)
9 novembre 2020

In questo video a parlare – intervistata da una televisione americana – è Sidney Pollew, uno dei legali del presidente Trump che si sta occupando dei ricorsi. In America si dà per scontato l’intervento della Corte suprema

Alle elezioni americane del 2000 il testa a testa tra George W. Bush e Al Gore venne seguito da tutto il mondo. Le attuali elezioni sono state subito archiviate con la vittoria di Joe Baden su Donald Trump. Ma le cose stanno così? Noi qualche dubbio lo nutriamo. Anche perché, avendo seguito lo spoglio, abbiamo riscontrato troppe stranezze: possibile che la stragrande maggioranza dei voti via posta (in realtà quasi tutti) siano andati a Biden?

Mettiamo a disposizione dei nostri elettori una video-intervista a Sidney Pollew, che è uno dei legali che si sta occupando dei ricorsi inoltrati dal Trump. Sidney Pollew, per la cronaca, è anche l’avvocato di Michael Thomas Flynn, politico e militare statunitense, consigliere per la sicurezza nazionale di Trump dal 20 gennaio al 13 febbraio 2017.

Nell’intervista si descrivono alcune anomalie: e si parla senza mezzi termini di irregolarità. Si parla di un algoritmo che sarebbe stato utilizzato per ‘giocare’ sui voti. E di utilizzazione impropria di un sistema informatico.

In America, in questo momento, ci sono già ricorsi e riconteggi delle schede, ma non notiamo interesse da parte dell’informazione. Per trovare qualcosa bisogna cercare tra i giornali e i siti americani: quello che abbiamo fatto noi grazie a qualche nostro amico che ci supporta.

Così abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori un video molto interessante. Dove si racconta quello che sta succedendo in queste ore negli Stati Uniti. Si parla di un numero impressionante di schede non valide. E lì danno per scontato  non soltanto i riconteggi in tanti Stati, ma anche l’intervento della Corte suprema degli Stati Uniti.

Per la cronaca, Biden dovrebbe essere proclamato presidente degli Stati Uniti il 14 Dicembre: quindi è già un errore dire che è il nuovo presidente. Lo sarebbe se avesse vinto con largo margine: ma non è così. E, come già accennato, ci sono tanti ricorsi.

Ma ora ascoltate questa video-intervista

QUI LA VIDEO INTERVISTA  A SIDNEY POLLEW SULLE SOFFERTE ELEZIONI PRESIDENZIALI AMERICANE 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti