Elezioni in USA: Trump è già il vincitore morale perché ha travolto tutte le previsioni che lo davano sconfitto

Elezioni in USA: Trump è già il vincitore morale perché ha travolto tutte le previsioni che lo davano sconfitto
4 novembre 2020

Da mesi in Europa i media ci hanno raccontato di un Trump alle corde. Il Democratico Biden era in vantaggio, avrebbe stracciato Trump e bla bla bla. La lunga notte dello spoglio racconta invece di un spoglio incerto. Con gli scontri a Washington tra manifestanti (pro Biden) e forze dell’ordine. Il segnale che, per i Dem, qualcosa sta andando storta… Con molta probabilità, a meno che Trump non vinca in altri Stati-chiave, il risultato slitterà di alcuni giorni 

Elezioni in America. Mentre è in corso il conteggio dei voti un fatto è certo: chi in Italia ha dato per mesi favorito Biden rispetto a Trump ha sbagliato tutto. In questo momento il presidente uscente sta dimostrando, nonostante tutto il fango che gli è stato riversato addosso, di essere un candidato molto forte.

Lo spoglio è in corso ed è incerto. Ma c’è un dato che dà Trump in vantaggio: il fatto che a Washington sono iniziati gli scontri violenti tra manifestanti e forza dell’ordine. E siccome i manifestanti sono al servizio permanente ed effettivo del Partito Democratico, c’è il dubbio che questo ultimi abbiano già capito di aver perso le elezioni e stiano cercando di buttarla in cagnara.

In ogni caso, comunque finirà, Trump è già il vincitore morale di queste durissime elezioni. Trump ha sfidato, contemporaneamente, il Deep State (cioè il “Governo dei Governi” del mondo) e contro il capitalismo liberista, che oggi è dominante nel mondo.

Ormai da più di un decennio Deep State e capitalismo liberista, per poter controllare meglio i popoli, hanno preso in ‘affitto’ quelle che un tempo si chiamavano le ‘sinistre’ di tutto il mondo. In Europa, ad esempio, il Partito Socialista Europeo (PSE) è schierato con il Deep State e con i capitalismo liberista.

Ma la strategia di Deep State e Capitalismo liberista si sta rivelando perdente. Quattro anni fa hanno perso gli Stati Uniti. E sono in minoranza in tane aree del mondo: in Brasile, in Russia, nell’Europa dell’Est (hanno tentato di prendersi la Turchia, ma gli è andata male), nel Regno Unito.

Unica eccezione nel mondo è rappresentata dalla Cina, che si tiene a distanza da tutto e da tutti: dal Deep State e dal capitalismo liberista e dagli avversari del Deep State e del capitalismo liberista. La Cina usa il capitalismo liberista nello scontro con gli USA. E se oggi segna qualche punto a suo favore lo deve al Coronavirus che, non a caso, Trump definisce “il virus cinese”.

Tornando alle elezioni in USA, va detto che l’apertura dei seggi è scaglionata su sei fusi orari. I primi a chiudere sono stati i seggi sulla East Coast, gli ultimi a chiudere saranno i seggi in Alaska.

Trump, lo ribadiamo, ha tantissimi nemici: ma si sta difendendo alla grande. Mentre Joe Biden, già vice di Obama, che tutti davano per vincente, è in difficoltà.

Un altro dato che deve fare riflettere è l’affluenza al voto, che è stata altissima: e questo non è un bel segnale per i Democratici.

Un altro segnale importate è la vittoria di Trump in Florida, che con 29 Grandi elettori è considerato decisivo.

Il Fatto Quotidiano, stamattina, titola:

“Ultime speranze di Biden in Midwest e in Pennsylvania”.

Per concludere, i risultati ancora non ci sono, ma un dato è certo: la vittoria dei Democratici di Biden, strombazzata per mesi in tutta l’Unione europea non c’è stata. E c’è il rischio che Biden ‘attumbulii’, come si dice dalle nostre parti…

Foto tratta da Open

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti