Il Governo Conte promette soldi a tutti, ma intanto è arrivata la TARI!

Il Governo Conte promette soldi a tutti, ma intanto è arrivata la TARI!
28 ottobre 2020

Certo che l’Italia non si smentisce mai. Mentre tutte le ‘fanfare’ del Governo Conte bis annunciano in coro che lo stesso Governo è pronto ad erogare soldi a tutti, ai belli e ai brutti, direttamente sui conti correnti ecco che è arrivata la bolletta della TARI!  

Ai titolari dei ristoranti? Ecco 12, forse 13 mila euro. Ai titolari dei bar? Circa 8-9 mila euro. Ai cinema? Ancora non si sa. Ai teatri? Vediamo. Insomma, il Governo Conte, quello che governa a colpi di DPCM (ma non sono un po’, ma solo un po’, per carità, incostituzionali?) ha pronti i soldi per tutti, per i belli e per i brutti. Già il decreto è pronto, a tipo le panelle e le crocchette che si vendono nelle strade di Palermo: vuoi un sussidio? Eccolo qua!

Sì, il decreto è pronto, prontissimo. Ieri erano pronti 2 miliardi di euro, ora sono diventati 4 miliardi, anzi no, 6 miliardi. “Che poblema c’è?”, dicevano un tempo a Palermo. In effetti un problema c’è: c’è che il capo del Governo Giuseppe Conte, il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, e i sindaci non si sono accorti che, nel frattempo, proprio mentre i cittadini italiani penalizzati dal DPCM aspettano “i soldi nei conti correnti” è arrivata la bolletta della TARI.

Quindi – se non abbuiamo capito male e magari correggeteci se sbagliamo – i titolari dei bar che già erano in difficoltà, i titolari dei ristoranti che erano già in difficoltà dovrebbero pagare la Tassa sull’immondizia? Non ci crediamo nemmeno se ce lo dicono: di certo per queste categorie i Comuni hanno già bloccato la TARI. Sarebbe una beffa: siamo certi che per queste imprese è previsto l’abbattimento e la proroga.

Però è brutta la coincidenza, presidente del Consiglio Conte. Giusto ora deve arrivate la TARI? Non si possono sospendere tutte le bollette, visto che siamo in emergenza? Non è che finisce come a Marzo e ad Aprile, presidente del Consiglio Conte, quando dovevamo stare tutti a casa sennò arrivava l’elicottero, però le bollette della luce, del telefono e del gas si dovevano pagare, anche andando a fare la fila?

Allora, presidente del Consiglio Conte: la sospendiamo ‘sta TARI, le sospendiamo tutte le altre bollette? Sarebbe un bel segnale, no? Magari chissà, coloro quali non hanno ancora percepito la Cassa integrazione della scorsa Primavera e scendono nelle piazze, beh, potrebbero anche cominciare a pensare che, in fondo, la storia dei soldi per tutti potrebbe anche essere vera.

Postilla su Palermo.

Certo che i cittadini palermitani saranno veramente ‘felici’ di pagare la TARI. Sì, un premio al Comune pi tutta ‘a munnizza ca c’è ‘mmenzu ‘i strati… 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti