Lezione di economia di Alberto Bagnai. Cara Germania, andare a rompere i cog… agli americani non è mai stato un buon investimento…

Lezione di economia di Alberto Bagnai. Cara Germania, andare a rompere i cog… agli americani non è mai stato un buon investimento…
16 settembre 2020

Come racconta in questo video molto diretto il professore Alberto Bagnai che, piaccia o no, è uno dei più grandi economisti italiani viventi, anche se è parlamentare nazionale della Lega (chi sarebbero gli economisti del PD o del Movimento 5 Stelle?), le politiche economiche che la Germania ha imposto all’Eurozona, oltre ad aver danneggiato molti Paesi Ue, Italia in testa, non vanno a genio agli USA. E allora… 

Andare a rompere i cog… agli americani non è mai stato un buon investimento. Il linguaggio è molto diretto, duro, schietto, ma è importante ascoltare questo video dell’economista Alberto Bagnai. Dove si spiega, con parole semplici, i danni che hanno provocato a tutta l’Unione europea le politiche di austerità economica imposte dalla Germania.

Una bella lezione di economia con un video che ritrae Bagnai mentre guida. Non è molto lungo: dura pochi minuti, prima di arrivare in galleria, per capirci…

Il giornale scenariecnomici.it che lo pubblica – e da dove noi lo prendiamo – lo accompagna con il seguente commento:

“Oggi cadono le ultime balle. Lorenzo Bini Smaghi è stato costretto a confessare la verità: un euro eccessivamente forte metterà in crisi la ripresa nell’euro. Anche lui, economista abituato a mentire di mestiere, è stato costretto ad ammettere che, ahimè, i prezzi contano. I prezzi guidano la domanda e l’offerta, sono quelli che definiscono le scelte economiche, quindi quando l’euro ha tolto un importante elemento della flessibilità dei prezzi, cioè la possibilità di svalutare o rivalutare il cambio, ma questi ‘Economisti per ogni stagione’ per anni hanno raccontato che erano altri gli elementi importanti, come, ad esempio, la ‘modernità’, ‘L’efficienza’, il fatto di essere nordici, etc. Ora anche questi si rendono conto che, con un euro al di sopra 1,2 dollari, forse non ci sarà crescita. Allora il cambio è importante, allora il cambio ha un valore, allora sarebbe meglio avere il nostro cambio flessibile…”.

Vallo a spiegare ai tedeschi, i padroni di un’Europa unita che fa sempre più ridere!

LEZIONE DI ECONOMIA DEL PROFESSORE ALBERTO BAGNAI

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti