L’Italia delle slot 2: quanto si gioca nel nostro Paese e in che modalità

L’Italia delle slot 2: quanto si gioca nel nostro Paese e in che modalità
28 luglio 2020

A Palermo le vincite siano state pari a 570 milioni di euro a fronte di una spesa pari a 758 milioni, perfettamente in linea con il trend nazionale e con i dati analizzati su scala universale

Con oltre un milione di abitanti, l’area metropolitana di Palermo occupa il quinto posto come Comune più popolato d’Italia, dietro soltanto rispetto a Roma, Milano, Napoli e Torino. Un dato interessante da analizzare per quanto riguarda la pubblicazione del dossier sul gioco in Italia, dal titolo L’Italia delle slot 2, realizzato dal Gruppo Gedi in collaborazione con l’Espresso da parte di Dataninja e Effecinque, due società che si occupano di data-driven e che sono ormai attive dal 2012.

Passata la fase di vita domestica guardando Netflix per fortuna possiamo approfondire altri argomenti. Questo database raccoglie tutti i dati legati al circuito del gioco d’azzardo di tipo fisico, che in Italia rappresenta un indotto capace di superare dal 2015 in poi i 90 miliardi di euro, come entrata media, ponendo il gambling come una realtà operativa all’interno del terziario avanzato. Il dato che interessa l’area urbana di Palermo pone il capoluogo siciliano al posto numero 1.498 con le giocate pro capite che sono state per il 2017 pari a 1134 euro.

Considerando le città delle stesse dimensioni, Palermo occupa il 13esimo posto su 15, tra i Comuni che superano i 200 mila abitanti, nella classifica generale rivolta al circuito del gioco. Se andiamo ad analizzare meglio nel dettaglio questo dato, possiamo scoprire come a Palermo le vincite siano state pari a 570 milioni di euro a fronte di una spesa pari a 758 milioni, perfettamente in linea con il trend nazionale e con i dati analizzati su scala universale. Si gioca principalmente alle slot machine di tipologia AWP, a cui seguono ma non a stretta distanza il bingo e i concorsi per pronostici sportivi.

Di questa somma lo Stato ha incassato quasi 91 milioni di euro, mentre a concessionari, gestori ed esercenti sono spettati 97,26 milioni. In questa particolare e specifica classifica, ci sono tutti i giochi che includono anche le lotterie tradizionali, il lotto, le scommesse virtuali e naturalmente anche il circuito del gioco online.

Il gioco online in Italia così come in Sicilia che è una delle regioni più popolate d’Italia, è cresciuto in maniera esponenziale durante gli ultimi 7 anni grazie anche al lavoro di innovazione tecnologica, svolto dalle società che si occupano di gambling online. Oggi il numero di utenti che si connette direttamente tramite dispositivo mobile sale al 67-68%, rappresentando quindi la massa critica su cui questo settore attinge e si nutre. Un aspetto che ha contribuito a rendere alcuni giochi come ad esempio le attrattive di NetBet Slot molto più appetibili e di successo per quel tipo di pubblico che oggi predilige una versione smart e easy del gioco digitale, inteso come momento di svago e di relax.

Un aspetto che si contrappone rispetto a quanto si è visto tra i giocatori professionisti e i cultori del poker sportivo, che utilizzano il gioco online come piattaforma di allenamento per dare maggiore visibilità al proprio profilo e puntare a entrare nel circuito internazionale dei tornei più prestigiosi e con piatti importanti su cui poter mettere le mani.

Oggi il circuito del gioco online vale quasi il 12% dell’intera offerta rivolta al gioco d’azzardo, che tra il 2018 e il 2019 ha superato quota 100 miliardi di euro, come spesa, da cui bisogna poi sottrarre le vincite che si aggirano mediamente tra il 70 e il 75%, cifra che sale ancora se si considera unicamente il circuito del gioco online, con un pay-off più elevato e quindi conveniente per gli utenti.

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti