Coronavirus e stranezze/ USA, Turchia, Italia e Regno Unito tra i Paesi più colpiti, la Germania no…/ MATTINALE 505

Coronavirus e stranezze/ USA, Turchia, Italia e Regno Unito tra i Paesi più colpiti, la Germania no…/ MATTINALE 505
2 maggio 2020

Dopo due mesi e mezzo di pandemia Coronavirus non sfuggono, agli occhi degli osservatori, alcuni dati. Sono fatti oggettivi. E’ oggettivo o no che questo virus stia colpendo con grande virulenza Stati Uniti, Regno Unito, Turchia, Italia e Spagna? E che dire dello spazzino olandese e del premier della stessa Olanda che si prendono gioco dell’Italia?

di Economicus

Maggio è iniziato sotto il segno del punto interrogativo. Con il COVID-19, o Coronavirus, che sembra comportarsi con un virus ‘politico’: colpisce più alcuni Paesi (per esempio Stati Uniti, Regno Unito, Turchia, Italia e Spagna) e meno altri Paesi, a cominciare dalla Germania (almeno stando ai dati ufficiali è così).

Sia chiaro che la nostra non è una riflessione scientifica: solo l’osservazione oggettiva dei fatti.

Cominciamo con l’Italia, Paese ‘candidato’ a fare la fine della Grecia. E’ di queste ore la notizia che il MES – il Meccanismo Europeo di Stabilità – non sarà “leggero”, come è stato erroneamente scritto da chi ha interesse ad appiopparlo all’Italia. Al contrario, sarà “rafforzato”: in pratica, i Paesi europei che prenderanno i soldi del MES in prestito verranno tartassati dall’Unione europea proprio come avvenuto in Grecia tra il 2011 e il 2015!

Mentre si diffondeva la voce del MES “rafforzato” tutto il mondo veniva inondato da un video nel quale uno spazzino olandese dice al premier di questo Paese-paradiso fiscale, Mark Rutte:

“La prego! Non dia soldi agli italiani o agli spagnoli!”.

Con Rutte che ride e risponde:

“Va bene, ne prendo nota”.

Ovviamente, in Italia – dove ormai la politica non è più nemmeno in grado di cogliere la gravità politica e mediatica di certi fatti – si è preferito sorvolare.

Eppure il segnale, la ‘semeiotica politica’ di questo video-virale non lascia adito a dubbi: la scena che si svolge tra l’immondizia non è casuale, se è vero che i titoli di Stato che vengono considerati pericolosi si chiamano proprio “spazzatura”. E le parole poi:

“Non dia soldi agli italiani o agli spagnoli!”: parole pronunciate dopo che, guarda caso, sono stati archiviati gli Eurobond (che sarebbero stati comunque onerosi per l’Italia) e proprio alla vigilia di un dibattito europeo sul Fondo per la ricostruzione (Recovery fund): interventi per fronteggiare la crisi economica provocata dal Coronavirus che l’Italia e la Spagna vorrebbero almeno in parte a fondo perduto e che Germania e Olanda (più Austria e altri Paesi del Nord Europa) vogliono invece trasformare in un MES atto secondo: ovvero soldi in prestito secondo le regole dello strozzinaggio ‘europeista’.

Così per la rete circola un  video in cui l’Italia viene umiliata da uno spazzino. Quello che fino a prima dell’avvento dell’euro era uno dei Paesi manifatturieri più importanti del mondo viene preso in giro da uno spazzino e dal premier di un Paese dove, al massimo, si coltivano tulipani e si imbottigliano succhi di frutta (di frutta in parte importata!).

Strano caso, quello dell’Italia. Per indebolire l’economia di questo Paese bisognava mettere in ginocchio l’economia del Nord: “Fatto!”, potrebbe rispondere il Coronavirus se avesse la parola, se è vero che questo virus ha massacrato proprio il Nord Italia e la sua economia. O ci stiamo inventando qualcosa?

E mentre l’Italia è in ginocchio, con il capo del Governo Giuseppe Conte che, dopo due mesi chiusura, ammette che sì, forse i cittadini – tanti, tantissimi cittadini italiani – non hanno ancora ricevuto gli aiuti dovuti, dai 600 euro alla Cassa integrazione (bloccata da un cervellotico accordo tra Governo nazionale e Regioni che sembra sia stato pensato per ritardare l’erogazione di queste somme: potenza del demenziale ‘Patto di stabilità’), arriva il segretario del PD, Nicola Zingaretti, e in televisione annuncia:

“Nessuno resterà indietro… bisogna ricostruire una nuova Italia e una nuova Europa”.

Ora, che Zingaretti non sia rimasto indietro non abbiamo dubbi: non ci sembra il prototipo dell’italiano rimasto chiuso in casa per due mesi senza soldi, costretto a pagare comunque le bollette di luce, acqua, gas, telefono, con IMU e TARI che non sono state abolite, visto che il Coronavirus imperverserà, bene che vada, per un altro anno e mezzo; no, Zingaretti non ci sembra il prototipo dell’italiano rimasto chiuso in casa per due mesi, costretto a trovare anche i soldi per pagare l’affitto.

Zingaretti è invece il segretario politico di un partito – il PD – che vuole il MES e che vuole restare in un’Europa dove l’Italia viene vilipesa da uno spazzino olandese e dal premier di questo Paese-paradiso fiscale!

Ma non è solo l’Italia il bersaglio di questo virus che, a tratti, sembra un po’ ‘teleologico’.

Ecco servita una bella epidemia al Regno Unito, il Paese che ha lasciato l’Unione europea.

Ecco servita una bella epidemia alla Turchia, il Paese che non è certo schierato con l’Unione europea e, segnatamente, con la Germania.

Ecco servita una bella epidemia agli Stati Uniti d’America, Paese non certo schierato in favore dell’Unione europea a ‘trazione’ tedesca’.

Sono stati trovati oltre tenta ceppi di questo virus. Alcuni ceppi sono più aggressivi di altri. Guarda caso, i ceppi più aggressivi se li stanno ‘sciroppando’ alcuni Paesi (tra questi, oltre a USA, Regno Unito, Turchia e Italia c’è anche la Spagna: altro Paese candidato al MES…).

Tutto casuale, naturalmente. Tutto causale, certo, ci mancherebbe pure che i virus si mettono a fare politica. Anzi geopolitica…

Foto tratta da Irpinianews.it

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti


In Promo a Palermo

Honda HR-V in promo a Palermo


di I Nuovi Vespri

L’Honda HR-V è il SUV compatto della Casa giapponese: spazioso, versatile, sportivo e dinamico, ma soprattutto sofisticato. Dal design esterno […]