Il senatore De Bonis a Conte: “Se il prezzo del petrolio va giù deve scendere anche il prezzo della benzina”

Il senatore De Bonis a Conte: “Se il prezzo del petrolio va giù deve scendere anche il prezzo della benzina”
21 aprile 2020

Il prezzo del petrolio è crollato vertiginosamente. Non solo. A Marzo, causa emergenza Coronavirus (tutti a casa), il consumo di benzina è crollato dell’80-90%. Ma il prezzo della benzina rimane immutato. Il senatore De Bonis si rivolge al capo del Governo Conte: “Deve scendere il prezzo della benzina”. Il listino dei prezzi della benzina in tutti gli altri Paesi europei  

Scrive sulla propria pagina Facebook il senatore della Basilicata, Saverio De Bonis:

“SE IL PREZZO DEL #PETROLIO CALA DEVE SCENDERE ANCHE IL PREZZO DELLA BENZINA”.

“Per la prima volta nella storia – leggiamo sempre nel post di De Bonis – il prezzo del petrolio va sotto zero. Lunedì, infatti, l’indice del prezzo del petrolio negli USA – il WTI – è sceso di più di 50 dollari, toccando quota – 37 dollari a barile. E ancora, il Future sul WTI per consegna maggio ha chiuso gli scambi della vigilia a – 37,63 dollari/barile, in calo di oltre il 300%, mentre stamattina ha recuperato un valore positivo di 1,60 dollari ed il contratto successivo di giugno scambia a 21,45 USD (+5%)”.

“Ciò sta a significare – scrive sempre il senatore – che i venditori di petrolio sono disposti a pagare pur di disfarsi delle loro scorte.
TUTTAVIA NESSUNO AVRÀ UN PIENO GRATIS… com’è giusto che sia! A questo punto ritengo doveroso e sopratutto moralmente corretta la contestuale riduzione della #benzina a fronte del calo del prezzo del greggio. In base all’ultima rilevazione del #MISE del 13 aprile, il prezzo medio della verde era di 1,422 euro/litro (con 72,8 centesimi di accise e 25,6 centesimi di IVA) e quello del gasolio di 1,315 euro/litro (61,7 centesimi le accise e 23,7 centesimi l’IVA)”.

A questo punto De Boinis si rivolge al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte:

“Pertanto, chiedo al Presidente Conte di invitare le compagnie petrolifere ad abbassare i prezzi di listino. Non chiedo pieni gratis secondo un becero populismo. Ma chiedere la riduzione dei prezzi è più che corretto, così come chiedere la soppressione dei tributi eccessivi come le accise legate al carburante. ADEGUARE I PREZZI DEL CARBURANTE ANCHE IN ITALIA, esattamente come in Germania”.

Siamo andati a verificare e, in effetti, De Bonis ha ragione:

il prezzo della benzina, in Italia (dato del 13 Aprile) è pari a 1,439 euro al litro; mentre in Germania il prezzo della benzina è pari a 1,218 euro al litro.

Vogliamo aggiungere un altro elemento: in questo momento i consumi di carburanti per automobili, in Italia, sono calati vertiginosamente, visto che siamo tutti in casa causa emergenza Coronavirus  (a Marzo il calo dei consumi è stato del 90%, come racconta questo imprenditore).

QUI TROVATE I PREZZI DELLA BENZINA IN TUTTI I PAESI EUROPEI: dateci un ‘occhiata, scoprirete cose stranissime…

Quindi c’è un motivo in più che dovrebbe far abbassare il prezzo dei carburanti: ma questo in Italia non avviene!

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti


In Promo a Palermo

Honda HR-V in promo a Palermo


di I Nuovi Vespri

L’Honda HR-V è il SUV compatto della Casa giapponese: spazioso, versatile, sportivo e dinamico, ma soprattutto sofisticato. Dal design esterno […]