Emergenza Coronavirus: chi si occupa della disinfezione delle navi passeggeri?

Emergenza Coronavirus: chi si occupa della disinfezione delle navi passeggeri?
7 marzo 2020

La domanda non è oziosa. Perché in queste ore i rappresentanti di cinque organizzazioni sindacali hanno fatto sapere agli armatori che la disinfezione delle navi non può essere effettuata dal personale di bordo, che non ha le competenze per questo tipo di operazioni 

L’emergenza Coronavirus pone problemi di tutti i tipi. Soprattutto sul fronte della prevenzione. “Evitare i luoghi affollati”, ci dicono. Ma, ad esempio, chi viaggia in nave è sicuro?

Ce lo chiediamo dopo aver letto una nota degli esponenti di tre organizzazioni sindacali che si occupano di trasporti delle persone sulle navi. Si tratta degli esponenti di CGIL (Franco Spanò), CISL (Dionisio Giordano), UIl (Agostino Falanga), USCAL-UNCIDIM (Antonino Maggio) e ORSA marittimi.

C’è da attuare la pulizia e la disinfezione delle navi dove trovano posto i passeggeri. Chi è che deve occuparsi di questo lavoro, oggi importantissimo?

In un comunicato i sindacalisti scrivono ai vertici della Liberty Lines:

“Oggetto: Misure di prevenzione dell’emergenza epidemiologica da Covid-2019″

Abbiamo preso visione delle disposizioni date agli equipaggi per la tutela sanitaria dei passeggeri contro la diffusione del contagio da Coronavirus.
Al riguardo ci preme opporre che, fermo restando la necessità di provvedere alla sanificazione e disinfestazione dei locali di bordo a tutela di tutte le persone in primis l’equipaggio, il personale di bordo è tenuto all’ordinaria pulizia dei locali ma non possiede le nozioni, né i titoli, né la responsabilità sanitaria in materia di contagio, operazioni che possono essere eseguite, in sicurezza ed a norma, solo da soggetti qualificati ed autorizzati. Pertanto interessiamo codesta Azienda a rivedere le disposizioni impartite affinché all’equipaggio sia attribuito solo il compito di normale pulizie con le periodicità necessarie e consentite”.

Chi è che deve intervenire per tranquillizzare i passeggeri, dal momento che il personale di bordo, come sottolineano i sindacalisti, “è tenuto all’ordinaria pulizia dei locali ma non possiede le nozioni, né i titoli, né la responsabilità sanitaria in materia di contagio, operazioni che possono essere eseguite, in sicurezza ed a norma, solo da soggetti qualificati ed autorizzati”?

 

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti