Porti chiusi per la nave da crociera dell’Italia dai porti aperti

Porti chiusi per la nave da crociera dell’Italia dai porti aperti
26 febbraio 2020

Eh sì, ci ripagano male nel mondo. Così una nave da crociera italiana è stata respinta da due porti nei Caraibi. Motivazione: la paura per il Coronavirus

Nel giorno in cui l’Italia – o meglio la Sicilia su ordine dell’Italia – accoglie l’ennesima nave di migranti, le cronache registrano che la nave da crociera italiana Msc Meraviglia è stata respinta da due porti nei Caraibi, in Giamaica e alle Isole Cayman. Motivo: la paura del Coronavirus.

Le cose giuste: la nomea dell’Italia attaccata dal Coronavirus ha fatto il giro del mondo: così ci respingono dove capita.

A quanto pare, come scrive il New York Times, un componente dell’equipaggio non sarebbe in buone condizioni di salute. Così è scattata la regola del “Non sa sa mai”.

Insomma, appena hanno saputo che c’era un uomo in cattive condizioni di salute, nei Caraibi hanno bloccato l’attracco.

Due domande.

Prima domanda: quando una nave – in questo caso una nave da crociera – arriva in un porto deve comunicare lo stato di salute dell’equipaggio?

Seconda domanda: e ora che cosa gli raccontano ai passeggeri ai quali è stato impedito lo sbarco?

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti