Vuoi un lavoro? Apri un profilo su Fb, fingiti donna e datti da fare con le chat erotiche!

Vuoi un lavoro? Apri un profilo su Fb, fingiti donna e datti da fare con le chat erotiche!
5 dicembre 2019

La singolare proposta di lavoro offerta da un’azienda americana a Tony Pellicane, personaggio molto noto a Palermo, visto che da sempre si occupa degli ultimi della città. Chi gli ha offerto questo singolare lavoro si è basato sul fatto che il protagonista ha lavorato in un call center. “Mi dovrei fingere donna e… Ci rendiamo conto a che punto siamo arrivati?”

“Ma capitano tutte a me? Da mesi invio in lungo e largo il mio CV. Avendo maturato esperienza presso i call center, gli annunci di lavoro che mi arrivano sono prettamente per operatori di Telemarketing o Teleselling…”.

Comincia così il racconto di Tony Pellicane, gran persona per bene, da sempre in prima fila, a Palermo, nelle battaglie sociali in favore degli ultimi. Negli ultimi mesi, come racconta lui stesso, ha lavorato presso un call center: ed è da lì, cioè proprio per questa sua esperienza che gli è arrivata una proposta di lavoro, come dire?, molto particolare…

“Ieri sera – scrive Tony Pellicane su Facebook – mi arriva una mail da un’azienda americana. Mi offrono un lavoro da svolgere da casa, paga oraria e incentivi. Rispondo per avere maggiori info. Poco dopo mi arriva la risposta: mi offrono di lavorare in chat attraverso l’apertura di un profilo Fb che mi farebbe diventare Donna!”.

“Quindi – racconta – nessuno dovrà mai sapere che ci sono io dietro quel profilo. Dovrei stabilire contatti per dare il via a delle chat erotiche… Avete capito bene, trattasi di chat erotiche… io che con l’erotismo ci faccio a pugni dalla nascita, dovrei dare inizio a storie in cui coinvolgere più persone, quale sarebbe l’intento non mi viene detto”.

“Ora – scrive sempre Tony Pellicane – al di là delle risate che mi sono fatto immaginando me che mi fingo Donna che adesca Uomini: ma ci rendiamo conto a che punto siamo arrivati? Non sono uno che si scandalizza facilmente, ma solo l’idea che una persona, Uomo o Donna che sia, possa vendere erotismo attraverso una chat mi fa apparire questa cosa di uno squallore sconvolgente. Sono fermamente convinto che chiunque è libero di vivere la propria sessualità come meglio crede, ma vendere fumo usando la linea sottile dell’erotismo in chat, scusate il francesismo, a me fa schifo!”.

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti