Privatizzare l’aeroporto Fontanarossa di Catania è pura follia!

Privatizzare l’aeroporto Fontanarossa di Catania è pura follia!
30 novembre 2019

Privatizzare il più grande aeroporto del Mezzogiorno d’Italia significa affidare a società private, puramente interessate ai profitti, la possibilità di decidere quale direzione da dare allo sviluppo futuro dei trasporti aerei in Sicilia. Non c’è da aspettarsi altro che tagli e aumenti delle tariffe

di Luca Pinasco

È pura follia privatizzare un monopolio naturale come è l’Aeroporto Fontanarossa di Catania. Affidare ad un privato una società che opera in monopolio significa regalare al privato gli utili da capogiro che attualmente genera l’Aeroporto di catanese, sottraendoli in tal modo alla collettività.

Stessa identica condizione di Autostrade, monopolio affidato ai Benetton che produce utili miliardari, fa pochissimi investimenti e aumenta costantemente i pedaggi. Tra l’altro proprio i Benetton sono in corsa per acquistare l’Aeroporto di Catania.

Ma privatizzarlo significa anche un’altra cosa: affidare a società private, puramente interessate ai profitti, la possibilità di decidere quale direzione da dare allo sviluppo futuro dei trasporti aerei in Sicilia. Non c’è da aspettarsi altro che tagli e aumenti delle tariffe. Tutto deciso da pochi uomini guidati da Pietro Agen.

A ricavarne profitto saranno i responsabili della vendita, che incasseranno enormi commissioni, e l’acquirente, che si troverà tra le mani il quinto aeroporto d’Italia e il primo del Mezzogiorno con circa 10 milioni di passeggeri trasportati ogni anno.

A perderci saranno gli enti pubblici venditori, che perderanno dividendi annui milionari, e i cittadini e le imprese aeroportuali che si troveranno tariffe più elevate.

Pura follia.

Foto tratta da Turytrip

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti