Assegnato a Paolo Borrometi il prestigioso premio internazionale Mackler per il giornalismo coraggioso

Assegnato a Paolo Borrometi il prestigioso premio internazionale Mackler per il giornalismo coraggioso
23 agosto 2019

Più volte preso di mira dalle cosche mafiose, il giornalista siciliano, Paolo Borrometi, è costretto a vivere sotto scorta. A lui è andato un prestigioso premio internazionale  

Il giornalista investigativo italiano Paolo Borrometi, esperto di mafia siciliana, è stato insignito del premio “Peter Mackler del 2019” per il giornalismo coraggioso ed etico. Gli verrà consegnato mercoledì 25 settembre durante una cerimonia alla Craig Newmark Graduate School of Journalism di New York City.

“Apprendiamo con grande soddisfazione la notizia del prestigioso e meritatissimo premio internazionale assegnato a Paolo Borrometi – dichiara Luigi Cuomo, presidente nazionale di SOS IMPRESA-Rete per la Legalità -. Siamo convinti che tale riconoscimento, assegnato per la prima volta a un giornalista italiano, segni il giusto riconoscimento per l’impegno vero e coraggioso che Paolo, socio onorario di SOS IMPRESA- Rete per la Legalità, merita insieme a tutta la solidarietà e al sostegno, non solo morale, che l’Italia intera deve assicurare sempre a un uomo e a un giornalista dell’antimafia militante e onesta”.

Anche Pippo Scandurra, vicepresidente vicario di SOS IMPRESA- Rete per la Legalità, ha voluto esprimere tutta la sua soddisfazione per questo importante premio internazionale.

“Diciamo grazie a Paolo per quello che fa – aggiunge Scandurra – e per quello che testimonia con i fatti e con l’impegno vero, attraverso la sua attività di giornalista, sul terreno dell’antimafia in Sicilia e in tutto il Paese. Oggi è sempre più necessario riscoprire l’importanza di tenere alta l’attenzione sul versante dell’antimafia onesta e vera che, libera da ombre e sospetti, testimonia, con forza e verità, la volontà delle persone perbene e oneste di volersi liberare dal gioco asfissiante della mafia, non solo in Sicilia ma in tutto il Paese. Paolo è un’ottima espressione di questa parte del Paese, quindi non deve essere o sentirsi solo, perché serve l’impegno, anche discreto, di tutti, giornalisti e non come lui, per vincere questa battaglia di civiltà, di democrazia e di libertà”.

Borrometi, con il suo coraggio e con il suo impegno dimostra, ancora una volta, che la Sicilia esprime giornalisti che non temono di affrontare a viso a aperto il potere: anche se il potere – come nel caso di questo collega – è rappresentato da una criminalità organizzata molto pericolosa.

“Il 10 aprile del 2018, nell’ordinanza del Gip di Catania – leggiamo su Wikipedia – viene reso pubblico il tentativo di attentato di Cosa nostra, con particolari agghiaccianti, nei confronti di Paolo Borrometi. L’attentato al giornalista, secondo quanto si legge nell’ordinanza che ha condotto all’arresto di quattro persone, doveva essere realizzato dal clan Cappello di Catania su richiesta del clan Giuliano di Pachino”.

E ancora:

“L’attività del sito costa a Borrometi, sin da subito, svariate minacce dalla criminalità organizzata ragusana e siracusana. Una sua inchiesta giornalistica, pubblicata sulla testata online, contribuisce allo scioglimento del Comune di Scicli, meglio conosciuto come il palcoscenico a cielo aperto della fiction televisiva ‘Il commissario Montalbano’, per infiltrazioni mafiose. Il 16 aprile del 2014 viene aggredito da incappucciati, l’aggressione gli provoca una grave menomazione alla mobilità della spalla. Da agosto 2014, a causa delle continue minacce e dopo l’incendio della porta di casa, vive sotto scorta dei Carabinieri. Il Procuratore aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, che indaga sulla mafia delle province di Siracusa e Ragusa, nel dicembre del 2017 ha lanciato un ulteriore allarme sui rischi per la vita di Borrometi, in un’intervista a Fan Page[12], dicendo che: “se c’è un giornalista che rischia la vita in Italia questo è Paolo Borrometi”.

I nostri complimenti a un collega bravo e coraggioso.

PER SAPERNE DI PIU’ SU PAOLO BORROMETI 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti