Per tutelare gli elefanti il Giappone deve smantellare il suo fiorente mercato dell’avorio

Per tutelare gli elefanti il Giappone deve smantellare il suo fiorente mercato dell’avorio
14 luglio 2019

Ci sembra giusto dare spazio all’appello di Avaaz: il mondo non può far scomparire gli elefanti perché c’è chi si deve arricchire con l’avorio. Il mondo governato dai liberisti è un disastro: ed è per questo che va combattuto. Il caso degli elefanti è emblematico

Riportiamo questo appello di Avaaz a tutela degli elefanti, perché ci sembra una battaglia di civiltà:

“L’avorio di miglior qualità si trova al centro delle zanne di elefante, dove è più compatto e senza imperfezioni. Per questo i bracconieri puntano all’elefante più grande, uccidendo spesso la matriarca e lasciando i cuccioli da soli.

Ma la cosa più assurda è che mentre continua la mattanza di decine di migliaia di elefanti, il Giappone mantiene aperto il suo fiorente mercato dell’avorio, dicendo che le due cose non hanno alcuna relazione.

L’anno prossimo però ospiterà le Olimpiadi e spera di attirare milioni di nuovi turisti! Ecco su cosa possiamo far leva: molti di noi vivono in quei paesi dai quali il Giappone si aspetta nuovo turismo. Se raccoglieremo milioni di firme e con una campagna mediatica globale per delle Olimpiadi libere dal traffico dell’avorio, possiamo convincerli!

Firma ora per far chiudere per sempre uno dei mercati nazionali d’avorio più grandi del mondo:

Dì al Giappone: basta avorio!

Gli esperti stimano che per alimentare il mercato dell’avorio giapponese siano stati massacrati più di 250mila elefanti. E l’allarme dei conservazionisti è che queste magnifiche creature potrebbero estinguersi già nell’arco delle nostre vite! Immaginate un mondo in cui i nostri nipoti sapranno dell’esistenza degli elefanti solo dalle immagini sui libri.

Ma non è ancora troppo tardi! Possiamo aiutare a salvarli, ma c’è bisogno di un’enorme pressione sui governi come il Giappone perché vietino il commercio dell’avorio. Il paese asiatico si è prefissato l’obiettivo di attirare altri 10 milioni di turisti grazie ai Giochi del prossimo anno. Per fargli cambiare idea dobbiamo dimostrargli che mantenere il mercato dell’avorio potrebbe mettere a rischio questo obiettivo.

La scusa del Giappone è che il mercato interno tratta solo avorio legale. La verità è che non possono esserne certi, e inoltre il commercio clandestino con i Paesi vicini come la Cina mantiene stabile la domanda, mettendo in pericolo sempre più elefanti africani.

Abbiamo già ottenuto divieti simili in passato, facciamolo ancora! Firma e condividi con tutti per arrivare a un milione!

Dì al Giappone: basta avorio!

Non si tratta solo degli elefanti. Questi maestosi animali in ecologia sono definiti “specie chiave”, fondamentale per il mantenimento degli ecosistemi in cui vivono. Anche per questo abbiamo protetto gli elefanti per tutti questi anni, dimostrando che in Europa l’avorio illegale si vende per strada, finanziando azioni anti-bracconaggio in Africa e sostenendo la visione per la protezione di metà del pianeta per permettere a questo animale, profondamente intelligente e capace di provare emozioni, di vivere nel suo habitat liberamente. Ora portiamo la nostra lotta in Giappone!

Con speranza e determinazione”

Foto tratta da teleambiente.it

QUI E’ POSSIBILE FIRMARE L’APPELLO

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti