Pensionati: in Basilicata (Comune di Latronico) fanno come in Potogallo. E in Sicilia? Nulla!

Pensionati: in Basilicata (Comune di Latronico) fanno come in Potogallo. E in Sicilia? Nulla!
8 luglio 2019

C’è una legge nazionale – voluta dall’economista Alberto Bagnai, senatore della Lega – che è stata fatta su misura per le Regione del Sud. Obiettivo: rilanciare l’economia delle aree spopolate con i pensionati, come fa il Potogallo. La Basilicata, con il Comune di Latronico, ci sta provando, con un’esenzione delle tasse per dieci anni. E la Sicilia? L’idea c’era. Ma è abortita… 

Quello che non si riesce a fare in Sicilia si fa in altre Regioni del Sud Italia. Ricordate quando, nei mesi scorsi, si parlava di approvare una legge regionale per agevolare i pensionati non siciliani che avrebbero scelto la Sicilia come luogo dove venire a vivere? Poi in Assemblea regionale siciliana, dove ogni cosa intelligente diventa quasi sempre difficile, se non impossibile, non se n’è fatto più nulla. Invece, in un paese della Basilicata, Latronico, provincia di Potenza, Comune ricco di storia con poco meno di 4 mila e 500 abitanti, stanno provando a frenare lo spopolamento con provando ad attirare i pensionati di altri Paesi.

Come tanti centri del Sud Italia, Latronico presenza problemi di spopolamento e di disoccupazione. Da qui l’idea di imitare il Portogallo, dove le agevolazioni per i pensionati che decidono di trasferirsi lì sono diventate ormai uno strumento di politica economica.

“A coloro che trasferiranno la residenza da noi – dice il sindaco del Comune lucano, Fausto De Maria, in un’intervista a LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO.IT – verrà concessa l’esenzione dalle tasse comunali per un periodo di 10 anni, accanto alla possibilità di usufruire delle terme, attraverso una convenzione, oltre che del nostro taxi sociale”.

A Latronico – che peraltro è un Comune del Parco nazionale del Pollino – c’è uno stabilimento termale (le Terme Lucane). Mentre il “taxi sociale – leggiamo sempre nell’articolo de LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO.IT – permette ai residenti, in base al reddito, di essere accompagnati gratuitamente tramite un Fiat Doblò messo a disposizione dal Comune, attraverso una convenzione con un’associazione, nel caso avessero bisogno di sostenere visite mediche o per ricevere delle cure. La misura è destinata in particolare ai pensionati”.

“Dal 2013 – continua il sindaco – abbiamo adottato una misura che aveva l’obiettivo di togliere le tasse per gli insediamenti nell’area artigianale. Addirittura venne anche una televisione cinese ad occuparsi del caso. A dire la verità questa misura non ha mai avuto un grande successo. Abbiamo capito che, evidentemente, questo tipo di incentivi non sono attrattivi più di tanto, perché se un giovane non ha lavoro non c’è incentivo che tenga. Pur mantenendo ancora in piedi questa misura, ne abbiamo pensato anche un’altra”.

La misura adottata dal Comune di Latronico usufruisce di quanto previsto da una legge voluta dal senatore Alberto Bagnai, noto economista. In base a questa legge, le persone fisiche, titolari dei redditi da pensione che vengono pagate da soggetti esteri, purché trasferiscano in Italia la propria residenza “in uno dei Comuni appartenenti al territorio delle Regioni Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia, con popolazione non superiore ai 20.000 abitanti” possano scegliere di sottoporre i loro redditi esteri “di qualunque categoria” a una tassa forfettaria del 7 per cento.

I pensionati dei Paesi esteri che sceglieranno Latronico non solo dovranno essere residenti in questo Comune, ma dovranno anche viverci. E i controlli, dice sempre il sindaco, “saranno molto stringenti”.

E la Sicilia? La legge Bagnai, questo va da sé, è stata fatta per il Sud. Ma la Sicilia ha altro a cui pensare. E poi le Terme più importanti della Sicilia non sempre sono disponibili. A Sciacca, per esempio, sono chiuse da anni in attesa – sembra – che i tedeschi le rilevino… (COME POTETE LEGGERE QUI).

Foto tratta da nuova-vita.com 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti