POLITICANDO/ L’Europa contraria a minibot? Vuole mantenere il cappio al collo dell’economia italiana

POLITICANDO/ L’Europa contraria a minibot? Vuole mantenere il cappio al collo dell’economia italiana
9 giugno 2019

Non sappiamo se i minibot proposti dal Governo italiano siano la soluzione giusta. Ma è comunque un rimedio. Chi non è d’accordo trovi fin da subito un’altra soluzione che tolga il cappio al collo all’Italia e agli italiani: e su questo occorre la massima unità delle forze politiche. Il ruolo degli europarlamentari italiani

di Carmelo Raffa

Europa contraria ai minibot e mantiene il cappio al collo alla nostra Economia.

La proposta che è sul tappeto governativo sostenuta dai vice premier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, non è nuova perché già contenuta in una mozione approvata all’unanimità alla Camera dei deputati il 28 maggio del 2019.

Subito dopo, però, i partiti all’opposizione si dichiaravano pentiti e dissentivano dalla soluzione “minibot” anche da loro auspicata.

Il giornale on line Today.it descrive bene i fatti accaduti:

“Minibot, così il Parlamento ha votato all’unanimità l’espediente per uscire dall’euro

La Camera martedì 28 maggio – occhio alla data successiva alla “ubriacatura” elettorale – ha votato all’unanimità una mozione che impegna il governo ad introdurre i minibot, buoni del tesoro di piccolo taglio emessi dallo Stato che dovrebbero essere usati per pagare i debiti che le pubbliche amministrazioni hanno contratto nei confronti delle imprese. In poche parole, non si tratta di moneta legale, ma assomigliano alla moneta avente corso legale e possono essere utilizzati nei rapporti con lo Stato e le altre amministrazioni pubbliche. In soldoni, lo Stato si impegna ad accettarli come forma di pagamento al pari degli euro emessi dalla BCE”.

Ed ora? L’Europa si fa sentire e fa capire chiaramente che in questo modo l’Italia o per loro “l’italietta” violerebbe tutte le regole vigenti in materia monetaria all’interno dell’Unione Europea. Ciò significherebbe che l’Italia si avvierebbe ad uscire dall’Europa.

Ma cosa stanno facendo i partner europei per dare un po’ di ossigeno alla nostra economia? Tante imprese soffrono perché, a fronte di lavori effettuati per conto della pubblica amministrazione, non ricevono le somme previste nei capitolati d’appalto. I Governanti non possono attuare il programma di Governo perché causerebbe uno sforamento del debito pubblico.

Continuando così, oltre le imprese che hanno lasciato negli ultimi anni il nostro Paese, tante altre si trasferirebbero in altre nazioni.

I minibot forse non sono il rimedio ai nostri problemi perché farebbero aumentare il debito pubblico, ma di converso occorre trovare fin da subito una soluzione che tolga il cappio al collo all’Italia e agli italiani e su questo occorre la massima unità delle forze politiche.

Se quindi i parlamentari italiani che sono stati eletti al Parlamento europeo si mettessero d’accordo per ossigenare la nostra economia sarebbe una cosa più che giusta.

Foto tratta da arcsanmichele.com

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti