Ma a chi andranno i 18 milioni di euro di fondi Poc?

Ma a chi andranno i 18 milioni di euro di fondi Poc?
30 marzo 2019

Con tutto il rispetto, non abbiamo capito se questi fondi verranno utilizzati dalle Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina (e quindi da tutti i Comuni di queste tre ex Province), o se, invece, verranno ‘inghiottiti’ solo dai Comuni di Palermo, Catania e Messina… 

Un comunicato stampa del vice presidente della Regione e assessore all’Economia, Gaetano Armao, annuncia l’arrivo di circa 18 milioni di euro. Leggendolo, con tutto il rispetto, non abbiamo capito se questi soldi andranno alle Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina e ai Comuni di Palermo, Catania e Messina.

Leggiamo insieme il comunicato:

“Autobus meno inquinanti, riqualificazione delle periferie, illuminazione pubblica e servizi di digitalizzazione dei processi amministrativi degli enti locali. Sono alcuni degli ambiti su cui le Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina potranno intervenire grazie a circa 18 milioni, che saranno suddivisi in parti uguali ai tre Comuni”.

I fondi sono stati erogati alle Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina, ma verranno utilizzati dai Comuni di Palermo, Catania e Messina?

Ricordiamo che le Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina sono una cosa, mentre i Comuni di Palermo, Catania e Messina sono un’altra cosa.

In comune, queste istituzioni – grazie a una legge nazionale sbagliata, che prende il nome dell’ex Ministro del PD, Graziano Delrio – hanno il fatto che i rispettivi sindaci di Palermo, Catania e Messina sono anche i sindaci metropolitani di Palermo, Catania e Messina.

Per essere ancora più chiari, le pompose Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina non sono altro che le vecchie Province alle quali hanno cambiato nome.

Proseguendo la lettura del comunicato sembrerebbe che questi fondi sarebbero stati assegnati alle Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina:

“La Conferenza delle Regioni, a cui ha partecipato il vicepresidente della Regione e assessore all’Economia, Gaetano Armao, ha dato il via libera all’aumento dei fondi Poc, Programma operativo complementare di Azione Coesione Città metropolitane 2014-2020 (quota di cofinanziamento statale del programma comunitario) destinati alla Sicilia e previsti dal Cipe, Comitato interministeriale per la programmazione economica. Un Programma, il Poc, che si prefigge di incidere rapidamente su alcuni nodi tuttora irrisolti che ostacolano lo sviluppo delle maggiori aree urbane del Paese”.

“In particolare – prosegue il comunicato – i finanziamenti saranno rivolti ad interventi di digitalizzazione dei processi amministrativi dei Comuni e delle loro società in house (Agenda digitale metropolitana); alla riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche: le amministrazioni comunali potranno, cioè, ammodernare e sostituire le fonti di illuminazione con materiali a basso consumo (illuminazione pubblica sostenibile)”.

Da questo passaggio si potrebbe dedurre che questi fondi dovrebbero essere ‘girati’ ai Comuni. A tutti i Comuni delle province di Palermo, Catania e Messina, o solo ai Comuni di Palermo, Catania e Messina?

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti