La Via della Seta e le “Verità della televisione”: la Cina è cattiva e gli americani sono buoni?

La Via della Seta e le “Verità della televisione”: la Cina è cattiva e gli americani sono buoni?
14 marzo 2019

Eh sì, la Cina è diventata “cattiva”. E può mettere in pericolo la libertà e la sovranità dell’Italia. Lo dicono gli americani che sono buoni… E lo dice, soprattutto, l’Unione Europea dell’euro: quella che, nel nome della libertà, ci ha tolto la sovranità monetaria e che impedisce al Governo italiano, espressione di un Parlamento liberamente eletto, di nominare il Ministro dell’Economia… 

Parliamo della televisione italiana. Tema: “La Via della Seta”.

“L’Italia che si avvicina alla Cina e mette in pericolo gli interessi del nostro Paese”.

E quali sarebbero questi interessi messi in “pericolo”? Le migliaia di imprese italiane già finite nelle mani estere? Il mare che abbiamo ceduto ai francesi? La guerra contro la Libia di Gheddafi che era un Paese amico dell’Italia? La Fiat che se n’è andata in America? Il Sud Italia sempre più derubato e massacrato dal Centro Nord Italia?

In pericolo c’è la “libertà dell’Italia”. E allora per difendere “la libertà dell’Italia” togliamo all’attuale Governo italiano la libertà di dialogare con la Cina?

E perché l’Italia non dovrebbe dialogare con la Cina? Perché così hanno deciso gli Stati Uniti d’America e l’Unione Europea dell’euro: quelli che hanno fatto perdere ai Paesi d’Europa un sacco i soldi e di opportunità con l’embargo ai russi. USA e UE sì che sono governanti da persone ‘intelligenti’!

Gli Stati Uniti sono quelli che, dalla resa di Cassibile (e non “armistizio”!), fanno dell’Italia quello che vogliono. Noi qui in Sicilia ne sappiamo qualcosa, da Sigonella al Muos di Niscemi: soprattutto il Muos di Niscemi che riempe di onde elettromagnetiche le nostre vite.

Ora gli Stati Uniti – pensate un po’! – difendono le nostre libertà impedendoci di dialogare con la Cina. Già hanno detto “No” – da padroni (o da ‘padrini’?) della Sicilia – all’aeroporto cinese dalle parti di Enna. E ora non vogliono la Via della Seta. Obbedienza ai ‘miricani’, sennò…

Un altro “No” è arrivato dall’Unione Europea dell’euro: quella che difende le nostre ‘libertà’ dopo averci tolto la sovranità monetaria: quella che ci ‘alleggerisce’ le tasche con il debito pubblico truffaldino: quella della Germania che ha ‘saccheggiato’ la Grecia: quella che impedisce ai nostri Governi – liberamente espressi dal nostro Parlamento liberamente eletto – di nominare il Ministro dell’Economia.

Quest’Unione Europea di massoni, al servizio della Finanza globale e delle multinazionali, vuole impedire al nostro Governo, nel nome della ‘Democrazia, di dialogare con la Cina!

E la politica italiana?

Le opposizioni – PD e Forza Italia – chiedono al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, “di venire a riferire subito in Parlamento”.

Il PD – che, almeno sulla carta, è il partito erede di Pio La Torre – si schiera contro il Governo che ha aperto alla Cina e a favore degli americani e dell’Unione Europea dell’euro. La ‘Sinistra’ italiana…

E Forza Italia? Berlusconi è preoccupato per l’apertura alla Cina. E il Milan che ha venduto – almeno ufficialmente così sembrerebbe – a un cinese? Non era preoccupato quando gli ha ceduto la squadra di calcio?

Questi signori che criticano l’attuale Governo sanno tutto.

Dice Milan Kundera:

“La stupidità deriva dall’avere una risposta per ogni cosa. La saggezza deriva dall’avere, per ogni cosa, una domanda”.

Foto tratta da studenti.it

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti