I verdi di Palermo all’attacco del Tram: “Non ad altre tre tratte solo per non fare perdere i finanziamenti!”

I verdi di Palermo all’attacco del Tram: “Non ad altre tre tratte solo per non fare perdere i finanziamenti!”
4 febbraio 2019

Filippo Occhipinti, coordinatore cittadino dei Verdi di Palermo, rivolgendosi all’attuale amministrazione comunale di Leoluca Orlando spiega: “Qualcuno sostiene che avete elaborato le riflessioni necessarie per una programmazione che guardi ad una città e al suo futuro. Bene: mostratele, sostenetele, non vi arroccate su posizioni del tipo: ‘Si perdono i finanziamenti’, perché non reggono!” 

Le tre nuove linee di Tram di Palermo – con in testa il Tram in via Libertà – non convincono il coordinatore cittadini dei Verdi del capoluogo della Sicilia, Filippo Occhipinti. Che manifesta così i sui dubbi:

“I 450 milioni di euro previsti per le tre linee di Tram – una soluzione del secolo scorso – vanno investiti meglio e su una mobilità elettrica che favorisca anche chi vuole acquistare mezzi elettrici per girare in città. Non è ‘giusto’ in tempi di carestia buttare 450 milioni di euro, questa è la peste del secolo”.

“Spendere soldi pubblici va benissimo, è necessario – sottolinea ancora Occhipinti -. Spenderli bene in modo intelligente è ancor di più necessario, no?”.

“No ‘cari’ – aggiunge il coordinatore cittadino dei Verdi di Palermo – non si tratta in modo semplicistico e riduttivo di Tram sì o no. Non offendete la Vostra intelligenza e soprattutto quella dei palermitani. State facendo il bene della città utilizzando queste risorse pubbliche? Avete fatto un confronto di quanti passeggeri si trasportano con queste tre linee di Tram e quante con un sistema alternativo meno costoso e meno inquinate in termini di impatto ambientale e rumori di 500 bus elettrici?”.

“Avete considerato – chiede ancora Occhipinti – la copertura del territorio comunale con i Tram e quanto con gli autobus? Avete previsto la comparazione dei costi di manutenzione da effettuare tra i due sistemi?Avete considerato quali siano le trasformazioni irreversibili e ad impatto ambientale nel territorio? Che prospettive hanno le due tecnologie a confronto in una città che si evolve? Avete considerato la versatilità dei due sistemi?”.

“Qualcuno sostiene che avete elaborato le riflessioni necessarie per una programmazione che guardi ad una città e al suo futuro. Bene: mostratele, sostenetele, non vi arroccate su posizioni del tipo: ‘Si perdono i finanziamenti’, perché non reggono!”.

“Credo, invece – conclude il coordinatore cittadino dei Verdi di Palermo – che non avete un ben che minima idea del termine programmazione dei servizi di una città normale. Lo avete ampiamente dimostrato. Molte belle parole ma pochi i risultati. Non ci fidiamo delle vostre scelte!”.

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti