Isole Eolie: ticket da 5 euro da giugno a settembre a Lipari e Santa Marina di Salina

Isole Eolie: ticket da 5 euro da giugno a settembre a Lipari e Santa Marina di Salina
2 aprile 2018

Ormai i Comuni siciliani, per sopperire ai tagli romani e della Regione, non sanno più cosa inventarsi per fare ‘cassa’. A pagare, ovviamente, sono sempre i cittadini. Ma adesso hanno trovato il modo di fare pagare l’obolo anche ai turisti. Pagherà anche chi arriverà con la propria barca? Mah… 

Leggiamo su La Sicilia on line:

“Salgono a due i Comuni delle Eolie dove da giugno a settembre si pagherà il ticket di 5 euro per sbarcare: 2 euro e 50 negli altri periodi dell’anno. Dopo Lipari, si adegua anche il Comune di Santa Marina Salina. L’unico Comune dove si potrà sbarcare senza pagare è Leni, sempre a Salina, che non ha previsto alcun ticket”.

In realtà, Leni è uno dei tre Comuni dell’isola di Salina: gli altri due sono la già citata Santa Marina di Salina e Malfa.

Ci chiediamo: un turista che arriva nell’isola di Salina da giugno a settembre paga 5 euro nel Comune di Santa Marina di Salina e non paga nulla a nel Comune di Leni? E Malfa? Si pagherà o no?

Ancora: non è un po’ singolare che le isole Eolie non trovino un’intesa per un’offerta comune?

Potrebbe essere interessante capire se questa tassa, o ticket, dovrà essere pagata dai turisti che arrivano con le proprie barche.

Ma il tema vero è un altro e si riassume in una domanda: questo balzello ha senso in una Sicilia che dovrebbe vivere di turismo?

Così, tanto per capire: i Comuni siciliani assicurano ai cittadini servizi sempre più scadenti: basti pensare a Palermo e Catania, due città sporchissime, dove l’emergenza rifiuti è ormai una regola.

Però la TARI si paga: è ed carissima. E la pressione fiscale, nei Comuni siciliani, è quasi ovunque ai massimi livelli!

E cosa si inventano adesso i sindaci siciliani? Tassa di soggiorno a come capita. Quindi non solo si ‘pelano’ i cittadini, ma adesso si colpiscono anche i turisti.

Sì, quello che ci vuole per attirare turisti…

Domani vi raccontiamo perché i Comuni siciliani – soprattutto quelli con un numero di abitanti superiore a 5 mila – rischiano di andare in tilt.

Foto tratta da nauticareport.it

 

 

AVVISO AI NOSTRI LETTORI

Se ti è piaciuto questo articolo e ritieni il sito d'informazione InuoviVespri.it interessante, se vuoi puoi anche sostenerlo con una donazione. I InuoviVespri.it è un sito d'informazione indipendente che risponde soltato ai giornalisti che lo gestiscono. La nostra unica forza sta nei lettori che ci seguono e, possibilmente, che ci sostengono con il loro libero contributo.
-La redazione
Effettua una donazione con paypal


Commenti